Sonia Alfano sostiene Giulio Cavalli

Testo:

Qualche mese fa avevo chiesto a Giulio Cavalli un impegno molto forte, un impegno notevole, un impegno che non deve spezzare quello che è stato il suo fino ad oggi, in prima persona vissuto soprattutto attraverso l’arte ed il mondo del teatro.

Io avevo chiesto a Giulio qualche mese fa di candidarsi alle regionali, Giulio ha giustamente cercato di esaminare i PRO ed i CONTRO e quando mi ha detto che accettava questa mia richiesta – non proposta ma una mia richiesta – di condividere un percorso in prima persona e di mettere la propria faccia per quello che in Italia sta diventando sempre più un impegno difficile, beh, quando mi ha detto che era arrivato anche per lui il momento di esporsi e di condividere questo percorso difficile io l’ho ringraziato.

L’ho ringraziato perché ci sono già passata sopra.
So cosa diranno, so che diranno che utilizzerà la sua attività per cercare di rubare notorietà, so che cercheranno in tutti i modi di denigrarlo ed attaccarlo.

Hanno già cominciato!
Io ogni volta ho detto a Giulio: “Giulio evidentemente hanno paura!” – ed è proprio cosi.

Chi attacca lo fa perché fondamentalmente ha paura, sa che noi parliamo una lingua molto diversa da quella che parlano certi matusalemme o gente che sembra tirata fuori dalla naftalina.

Giulio parla la lingua di strada, la lingua di tutte le persone comuni,
conosce i problemi delle persone “normali” e sopratutto è un indipendente.

Senza nulla togliere alle persone che invece fanno parte delle strutture di partito, l’essere “indipendente” oggi lo vediamo più vicino alla gente, a quella gente che vi assicuro è veramente tanta e che è stanca del modo di fare politica che ha costruito Craxy. Oggi molti sono fieri di quel modo di fare politica che passa attraverso corruzioni, tangenti e criminalità.

Siccome molta gente è stanca, abbiamo cercato di costruire un ponte che possa essere un punto d’incontro della gente che è stanca della politica e chi invece ha deciso di esporsi in prima persona.

Il progetto di Giulio è un progetto straordinario, lui l’ha chiamato
“La bellezza di un impegno”.
E’ bello perché vivere ed intendere la politica nel senso più nobile del termine credo che sia una cosa straordinaria ed un progetto bellissimo.
La politica intesa non come mezzo per arricchirsi sulla testa dei cittadini ma un mezzo che deve essere utilizzato al servizio dei cittadini,
ognuno di noi ha come datore di lavoro un paese intero e quindi è lui che deve rendere conto e ragione.

In questo contesto si incastrerà l’attività di Giulio, sono certa che Giulio riuscirà ad entrare all’interno delle istituzioni e che concretizzerà il suo impegno.

Un impegno che passerà attraverso legalità, l’impegno per difendere la propria Costituzione e che attraverserà, in tutte le maniere possibili ed immaginabili, il tentativo di far sì che questa Repubblica possa in effetti essere fondata, avere come punto cardine, il diritto al lavoro.

Sono punti che possono sembrare banali, in realtà sono punti scontati ma fondamentali, oggi come oggi, se pensiamo che la Costituzione è assaltata dalle più alte cariche dello Stato e quotidianamente queste fanno di tutto per stravolgere e annullare la nostra Costituzione.

Non è un impegno banale se pensiamo che la legalità in questo paese sembra aver lasciato definitivamente tutto e sembra non essere più nulla riconducibile alla legalità.
E’ di questi giorni l’ennesima notizia scandalo e cioè che stanno intitolando una via a Milano ad un delinquente, un criminale morto da latitante che si chiamava Bettino Craxi, quindi questo ci fa capire quanto l’idea di legalità sia forte nel nostro paese e vi dicevo prima il lavoro.

Oggi non passa giorno che nei nostri tele giornali blindati, purtroppo, non assistiamo a situazioni terrificanti: operai, impiegati, metalmeccanici che salgono sui tetti delle fabbriche, che bloccano le strade, bloccano le arterie di questo paese.

Per che cosa?
Non per chiedere un aumento, ma per salvaguardare il loro posto di lavoro, perché qualcuno ha deciso che bisogna chiudere, stringere la cinghia in Italia perché magari conviene molto di più andare ad impegnare i patrimoni all’estero dove la manodopera costa una miseria.Un esempio su tutti, la Cina.

E’ questo quello che, secondo me, Giulio farà nel migliore dei modi: difendere la Costituzione, difendere il lavoro che è un diritto per gli italiani e non un privilegio e portare, nella maniera più nobile possibile, l’impegno in termini di legalità che non è soltanto un impegno tra tanti altri, perché secondo me la legalità è innanzitutto una questione di cultura e Giulio in questo senso ne sa veramente tanto.

Per cui io sono certa che abbiamo soltanto tantissimo da imparare da lui ed è per questo che rinnovo il mio sentito grazie a Giulio.
A nome mio e a nome degli tutti elettori, di tutte le persone che ci hanno sostenuto perché sono certa che continueranno ad aiutarci ed a consentire, questa volta a Giulio, di entrare nelle istituzioni e poterci rappresentare nel migliore dei modi.

Giulio, in bocca al lupo e ricordati che la gente onesta è con te.
Grazie.

http://www.youtube.com/watch?v=VWE89Ea_Ywo

Un commento

  1. Pingback: Preferisco la Preferenza. Alle Persone. | Pieve Emanuele Blogolandia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *