Luigi De Magistris sulle minacce a Giulio Cavalli

“La ‘ndrangheta continua a mandare messaggi di morte a Giulio Cavalli, giovane attore impegnato in una straordinaria battaglia culturale contro la criminalità e il malaffare. Giulio Cavalli fa paura alla mafia non soltanto perché ha il coraggio di fare nomi e cognomi, di citare fatti e circostanze che rivelano a una grande platea quanto pericolose e pervasive siano le organizzazioni criminali anche nel ‘tranquillo’ nord del paese: Giulio Cavalli fa paura alla mafia perché rivela la piccolezza dei suoi uomini, la meschinità dei suoi ‘codici’, la pateticità dei suoi riti. Giulio Cavalli mette a nudo la povertà morale, la grettezza,  la miseria degli ‘uomini d’onore’: questo la mafia considera intollerabile, forse più dell’aggressione ai patrimoni accumulati facendo leva sulla paura della gente. Chi è ridicolo, meschino, misero, non può fare più paura: e se la mafia non fa paura, non esiste più”. Ad affermarlo è Luigi de Magistris, europarlamentare di Italia dei Valori, che prosegue: “Per questo il miglior modo di esprimere solidarietà a Giulio Cavalli è quello di non lasciarlo da solo a combattere questa battaglia di forte impegno civile: tutte le coscienze civili di questo paese devono farsi portatrici del suo messaggio, e unirsi alle forze dell’ordine, ai bravi magistrati, a tutti coloro che nel mondo della politica, della cultura, dell’imprenditoria, del lavoro, delle professioni,  ogni giorno si mettono di traverso rispetto allo strapotere delle organizzazioni criminali”.
Conclude de Magistris: “Italia dei Valori sta costruendo un grande progetto politico che punta a unire le forze migliori del paese intorno ai valori della legalità, della giustizia, della verità, della solidarietà civile, della difesa e piena attuazione della Costituzione: un progetto che fa paura a un sistema politico-criminale che reagisce con violenza, inviando proiettili a Giulio Cavalli, incendiando l’auto di un giornalista coraggioso come Antonino Monteleone. Un progetto che Italia dei Valori dovrà condurre in porto con coraggio, mantenendo la barra dritta, senza lasciarsi intimorire né cedere ai ricatti, se vorrà essere davvero una reale alternativa di governo del paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *