10 settembre: Giulio Cavalli a Roccasecca (FR) ospite di ResistenteMente (Festival Internazionale Autori Indipendenti)

Presentazione Del Progetto Festival E Concept:

Resistentemente ha scelto nel logo lo sguardo che vede lontano di un animale ormai raro, il lupo, identificato come il cattivo delle favole, figura nella quale hanno finito per confluire le paure, i timori di intere generazioni.

Il lupo da predatore è divenuto vittima, è attualmente a rischio estinzione, come sono a rischio il pensiero, le idee libere, le opinioni “indipendenti”. Perché quello che rimane sconosciuto, libero, difficile da addomesticare, finisce per mettere paura e assumere contorni indefiniti.

Il festival sceglie come nome un avverbio che in realtà non esiste, Resistentemente – che in sé contiene parole come resistere, esistere, mente – e focalizza l’attenzione, oltre alle opere documentaristiche e teatrali, soprattutto sul lavoro/percorso degli autori che presenteranno le proprie opere durante i giorni del festival, perché non rimangano misconosciuti, ma divenganoun patrimonio comune di idee, un’occasione di riflessione.

Alla classica proiezione verrà affiancato un incontro con l’autore che interagendo con il pubblico presenterà il suo excursus artistico e umano al fine di sensibilizzare i partecipanti e gli operatori sulle motivazioni e sui meccanismi che si definiscono “indipendenti”.

Il festival si svolgerà nell’arco di tre giorni, durante i quali verranno proiettati 2 lungometraggi a serata più una serie di corti e medio metraggi. Le proiezioni verranno divise per tematiche che riassumono le urgenze italiane di questo periodo:

  • La prima giornata intitolata Resistenza, ieri, oggi, domani, offrirà una molteplice visione della resistenza morale, umana, quotidiana;
  • La seconda giornata intitolata Solidarietà, racconterà di lavoro e ambiente;
  • La terza giornata affronterà l’Integrazione.

La tre giorni sarà integrata da eventi collaterali, spettacoli e soprattutto dibattiti, occasione irripetibile, per gli autori, di confrontarsi dal punto di vista emotivo e professionale e scambiare opinioni con il pubblico. Lo scambio, infatti, rimane il tema centrale dell’evento.

I tre giorni del festival non saranno solo un susseguirsi di proiezioni fini a se stesse, ma una intensa maratona di opere e pensieri.

Roccasecca

La località del basso Lazio che ospiterà il festival, è un territorio storicamente di frontiera, la porta del sud, crocevia di identità, presidio borbonico, terra di santi e briganti, luogo di mezzo fra mare e montagna, amaro teatro di guerra, fertile di resistenza, luogo ideale per ospitare e promuovere uno scambio culturale che, orientato verso il futuro non dimentica la sua storia, il fascino e l’importanza delle tradizioni, come patrimonio culturale, per una nuova visione di un mondo multietnico che, sempre di più, fatica ad integrarsi.

Il direttore artistico:
Paolo Maselli

Programma:

10 Settembre 2010

h. 18.30 presentazione del festival a cura di Marialuce Bianchi

performance teatrale dell’attore e regista Giulio Cavalli

dal 2007 sotto scorta per le minacce ricevute dalla mafia

h.19.30 Marialuce Bianchi presenta il docufilm che aprirà la serata

Per non dimenticare mai di Ettore Scola, Giuliano Montaldo,

Silvia Scola, Franco Angeli e Paolo Maselli

prodotto da Mauro Berardi per Luna Rossa cinematografica

Parteciperà  alla proiezione l’autrice Silvia Scola

h. 21.00 Proiezione del docufilm

Una voce nel vento di Alberto Castiglione

una ricostruzione biografica della vita del giornalista

Mauro Rostagno ucciso dalla mafia nel 1988

prodotto da Koinè film

h. 22.00 Marialuce Bianchi conduce l’ incontro con autori e esperti di antimafia

Silvia Scola, Giulio Cavalli, Ernesto Bisanti, Francesca Forno,

Raffaella Cosentino, Massimiliano Farraina, Daniela Gambino, Pino Maniaci

con proiezione dell’intervista integrale all’imprenditore palermitano Ernesto Bisanti

che racconta la sua storia di resistenza al racket

tratta da Storie di resistenza quotidiana di Paolo Maselli Daniela Gambino

h.22.30 Proiezione del docufilm Oltre l’inverno di Massimiliano Ferraina

scritto da Massimiliano Ferraina, Raffaella Cosentino e Claudia Di Lullo

che racconta la resistenza alla ‘ndrangheta di una delle donne di Locri

h. 23.00 proiezione del docufilm Nìguri di Antonio Martino

prodotto da Antonio Martino Produzioni Cinematografiche, Videoinflussi

Un documentario girato nei dintorni del Centro di Prima Accoglienza di Sant’Anna, frazione di Isola Capo Rizzuto,

considerato uno dei campi d’accoglienza più grandi d’Europa. Il documentario vuole essere lo spunto per una

riflessione sulle condizioniù in cui vivono i richiedenti asilo in Italia, in attesa del riconoscimento del loro status,

ma anche sulle difficoltà che incontrano i residenti del villaggio sito a ridosso del campo

nell’accettare questa presenza “straniera”.

11 Settembre 2010

h.18.30 Marialuce Bianchi presenta lo spettacolo a cura del Cineteatro di roma

I nani viaggiano… regia di David Fiandanese

con Fracesco Aniello. Francesco Sannicandro,

Francesco Vigna Taglianti, Giuseppe Ragone

h.19.30 l’attrice Marialuce Bianchi recita Frammenti di un poeta

con la partecipazione di Alberto Testone

brani di Pier Paolo Pasolini

h.20.00  proiezione del docufilm Profondo Nero di Paolo Maselli

sul filo nero che lega gli omicidi

di Enrico Mattei, Mauro De Mauro e Pier Paolo Pasolini

dal libro Profondo Nero di Sandra RizzaGiuseppe Lo Bianco Edito da Chiare Lettere

h. 21.30 proiezione del docufilm

La fabbrica dei tedeschi di Mimmo Calopresti

prodotto da Simona Banchi e Valerio Terenzio

con Silvio Orlando, Monica Guerritore, Luca Lionello

Rosalia Porcaro, Vincenzo RussoGiuseppe Zeno

sulle vicende della fabbrica ThyssenKrupp e la tragica morte dei suoi dipendenti

h.23.00 proiezione del docufilm L’ultima spiaggia,

un saggio di geografia disumana di Massimo De Pascale

la denuncia di una situazione estrema avviene attraverso il linguaggio delle immagini,

cercando di coniugare poesia e antropologia e dilatando il discorso dalla situazione particolare

a una riflessione più generale sull’incrinarsi del rapporto tra l’uomo e la natura.

prodotto da DoKufilm

h.24.00 Marialuce Bianchi coordina l’incontro/dibattito con gli autori

ospiti della serata Simona Banchi, Giuseppe Lo Bianco,

Massimo De Pascale, Annamaria Tedeschi

12 Settembre 2010

h.19.00 Marialuce Bianchi presenta un excursus poetico

dell’attrice Chiara Settembre

h.19.30 proiezione del docufilm Campania burning

di Andrea D’ambrosio e Maurizio Cartolano

sul ghetto di San Nicola Varco, un ex mercato ortofrutticolo

mai collaudato in cui sono ammassati centinaia di extracomunitari

prodotto da Simona BanchiValerio Terenzio per Gruppo Ambra srl

h.21.00 proiezione del docufilm

Sognavo le nuvole colorate di Mario Balsamo

una storia di forte attualità, un bambino albanese che emigra in Italia a soli nove anni,

senza i genitori, in un viaggio della speranza, su di un gommone.

prodotto da TPF Telemaco, Oistros

h.22.00 Marialuce Bianchi coordina l’incontro/dibattito con gli autori

Mario Balsamo, Pino Di Maula, Alessandro Marcuccilli, Raffaella Cosentino

h.22.30 Voci e immagini nel territorio

selezione di documentari locali a cura di Roberto VetteseFranz Petrò Falese

proiezione del documentario Aprite i vostri occhi di Igor Fonte e i ragazzi

dell’associazione Peppino Impastato di Cassino.

Il tema sarà la Resistenza, intesa come Resistenza Partigiana, Resistenza

alla camorra e Resistenza dei cittadini de L’Aquila.

All’interno di questo lavoro vedremo interviste realizzate a personaggi

legati ai temi che i ragazzi  dell’associazione hanno realizzato nel centro abitato a L’Aquila.

L’ ingresso è libero

http://www.festivalinternazionaleautoriindipendenti.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *