Un endorsement per la Sardegna

Murgia-Left-800x597Ne scriverò ancora di sicuro perché sto leggendo il libro della più bella campagna elettorale per chiunque abbia una visione di politica come cultura e perché lei è un’amica a cui auguro tutto il bene possibile in ogni campo si ritrovi: la #sardegnapossibile di Michela Murgia è una campagna elettorale di ascolto, pensiero, coesione culturale e politica alta. Non so perché le elezioni regionali dell’isola più bella d’Italia debbano passare così silenziose rispetto ad ogni ruttino provenga dalle segreterie romane ma ancora una volta (era successo per Renato Accorinti a Messina) i partiti sembrano non riuscire ad uscire dal fango dei soliti tatticismi e un gruppo di cittadini invece si sta mettendo in gioco in un campo difficile come quello delle elezioni. L’idea di cultura che propone Michela, ad esempio, dovrebbe essere un manifesto nazionale e non solo relegato alla possibile Sardegna.

Qualcuno negli ultimi giorni scrive che non ci si può permettere in Sardegna di votare la Murgia per non consegnare la regione alle destre: bene Michela, è il segnale migliore per capire che la campagna funziona.

8 Commenti

  1. kayfra

    Paragonare la Murgia ad Accorinti mi sembra francamente troppo.

    E per quanto il PD stia facendo di tutto per perdere anche queste elezioni, è riuscito comunque a trovare il candidato giusto (anche se soltanto ad un mese dalle elezioni) e a ricompattare tutto il centro sinistra sardo.
    Con tutte le riserve che ho nei confronti del PD, la Murgia non potrei mai votarla, nonostante la stimi come scrittrice e donna di cultura.
    Così, a pelle, non riesco ad avere fiducia in un progetto che si dichiara nè di destra nè di sinistra. Ancora meno in una persona che alla domanda della gruber su chi avrebbe votato in un ipotetico ballotaggio tra renzi e grillo alle prossime politiche risponde grillo. Ed è chiaro che lo fa per raccattare i voti dei grillini rimasti orfani in sardegna, ma questo lo trovo ancora più triste, degno di quella bassa politica che la Murgia sostiene di voler combattere.

  2. Ma la Regione è già in mano alle destre, anzi, alla peggiore destra:quella che favorisce gli speculatori edizi (che, in genere, non sono sardi) a discapito di operai (con le fabbriche chiuse), allevatori ed agricoltori…chiunque può fare meglio di questa destra…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *