Scuole paritarie: il chiodo fisso del (catto) PD

L’opinione pienamente condivisa della collega Donatella:

20150304_Scuole_Private-800x500Nonostante il dietrofront sul decreto legge della Buona scuola, le detrazioni fiscali per le famiglie che inviano i propri figli alle scuole paritarie saranno contenute nel disegno di legge che sarà presentato al Consiglio dei ministri del 10 marzo.

Insomma, il governo va avanti come un treno sui binari pro scuole private. Si illudeva chi aveva pensato che forse Renzi si era fermato per rispetto delle tante voci contrarie.  Del resto, è lo stesso Pd che si muove su questa linea.

Prima la lettera dei 44 parlamentari (quasi tutti del Pd) scritta a l’Avvenire, con i cattorenziani in prima linea (Fioroni in primis) poi ci ha pensato Luigi Berlinguer, ex ministro della Pubblica Istruzione, a parlare del ruolo centrale di questi istituti. Coerentemente, visto che era stato proprio lui a sdoganare le scuole private riconoscendole come paritarie e quindi  da trattare alla pari anche a livello economico.

Stupisce che di fronte alle scuole pubbliche che crollano, di fronte agli oltre centomila precari da stabilizzare, di fronte alla disuguaglianza tra Nord e Sud Italia, di fronte alle cifre record della dispersione scolastica, quello delle scuole private continua ad essere il nodo centrale per il governo Renzi.

Forse perché le paritarie sono quasi tutte nell’orbita della Chiesa cattolica.

30 Commenti

  1. …. leggendo questo post mi viene spontaneo domandarmi in che mondo viviamo. Un mondo certamente confuso, dove in poche righe si pretende di giudicare e di dividere tra pro e contro le persone, come fossero delle tifoserie sportive. La questione scuola, non da oggi , è molto complessa e dibattuta. Questo continuo riferirsi agli istituti scolastici gestiti da ordini religiosi pensavo fosse superato da tempo, purtroppo con dispiacere mi devo ricredere. Solo un invito: domandiamoci o domandatevi come mai questi istituti ( non ricevono aiuti dallo stato e sono comunque sottoposti a controlli nella didattica e nei piani scolastici ) sono frequentatissimi nonostante i costi anche da ragazzi provenienti da strati sociali popolari. Ripeto riflettiamoci ……lasciando perdere certe classificazioni moderne della politica e vediamo se le finalità della scuola sia essa pubblica o paritaria sono indirizzate alla formazione e crescita dei nostri ragazzi. Altro aspetto è quello riferito alla scuole private…….con finalità di lucro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *