Confondere “legale” con “etico”

Un’assoluzione qui da noi fa primavera. Confondiamo i reati con i vizi e consideriamo la fedina penale il certificato di virtù. Ne ho scritto per L’Espresso qui.

19 Commenti

  1. giordana

    Purtroppo trovo in questa incredibile vicenda tanta “sporcizia” e la frase che mi ritorna costantemente in testa e che LA GIUSTIZIA NON E’ UGUALE PER TUTTI

  2. E’ curioso vedere la sinistra radicale che va a braccetto con la morale.cattolica che per una vita hanno contestato,Berlusconi e’ stato capace addirittura di questo, peccato che questo discorso valga solo nel suo caso pero’ Oltre a fare il barzellettiere Berlusconi, a differenza dei rivoluzionari da operetta o da salotto o le brutte copie di Saviano ha creato migliaia di posti di lavoro e dato da mangiate per tanti anni ad attricette ed EX VELINE….

  3. Credevo
    l ‘antiberlusconismo ormai fuori tempo !!
    Se si condanna era colpevole se si assolve e’ sempre colpevole !!
    Più che i giornalisti i danni li dovrebbe chiedere B !! E dire molte balle in mezzo a poche verità che ha fatto vendere molti giornali !

  4. Quelli di b non sono affatto peccati da punire con la condanna etica, due pater e avemarie e la reprimenda dei referenti della chiesa, che di morale ne ha sempre applicata una diversa in base alle circostanze e alle persone. A berlusconi è stato perdonato dalla chiesa molto di più e molto peggio delle squallide vicende dei festini, quindi sarebbe meglio che i monsignori continuassero ad occuparsi di anime e di spirito ed evitassero di entrare nella sfera delle cose terrene di cui non hanno competenza né il giusto equilibrio per giudicarle. Se non fossero uscite fuori quelle storie berlusconi sarebbe ancora accettato dalla comunità religiosa che gli dà la comunione da divorziato e gli contestualizza la bestemmia, nonostante tutto, compresa la condanna per frode.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *