Tav chi sì: il giornalismo e la conoscenza come antitodo alle grandi opere

Nonostante si continui a dipingere il movimento NOTAV come accozzaglia di barbari violenti è uscito da poco un compendio di giornalismo partecipativo sull’opera TAV che vale la pena leggere e studiare.

Lo trovate qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *