Ma guarda un po’: giudizio immediato per i “cronisti” del caso Crocetta-Borsellino

Io aspetto sempre quelli che “sapevano tutto”, quelli che urlavano “che schifo” e i cronisti sacerdoti dell’antimafia:

1438064658-0-intercettazione-crocetta-tutino-indagati-i-giornalisti-dell-espresso-dalla-procura(ANSA) Palermo. La procura di Palermo ha chiesto il giudizio immediato per Piero Messina e Maurizio Zoppi, i giornalisti dell’Espresso che, a luglio scorso, pubblicarono la notizia, poi rivelatasi falsa, di un’intercettazione in cui il medico Matteo Tutino (in foto) avrebbe detto al presidente della Regione Rosario Crocetta a proposito dell’ex assessore alla Salute, Lucia Borsellino“questa va fatta saltare come suo padre”. I due cronisti sono accusati di calunnia e di diffusione di notizie false ed esagerate.

7 Comments

  1. Anche se i “Giornalisti” veri, vanno difesi e tutelati in tutti i modi, e con ogni mezzo, se le notizie pubblicate da costoro, sull’ Espresso, sono false, questi non sono “Giornalisti”, e non sono in “buona fede”, ma sono solo avventurieri che cercano lo scoop e che hanno indotto Tanti come me, in grave errore: e’ corretto che siano processati al più presto pure, così avremo modo di sapere se hanno mentito Loro o, invece, c’è qualcosa di più “grosso” sotto ! Anche se Crocetta mi ha deluso, e anche se Tutino non sarà uno “stinco di santo”, io, che credo ci siano pochi Giornalisti e tanti “imbrattatori di fogli”, dannosi, per non diventare ancora più scettico, spero che Messina e Zoppi abbiano scritto solo la Verità, cioè quello di cui avevano prove certe: in caso così non fosse, per le notizie false che hanno diffuso, devono essere puniti severamente, poichè la calunnia arreca gravi danni, morali e materiali, a chi ne sia oggetto !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *