Eppure il petrolio non cambia verso

renzi_pirata

“La chiamo per darle una buona notizia..ehm.. .si ricorda che tempo fa c’è stato casino..che avevano ritirato un emendamento…ragion per cui c’erano di nuovo problemi su tempa ross … pare che oggi riescano ad inserirlo nuovamente al senato..ragion per cui..se passa…e pare che ci sia l’accordo con Boschi e compagni…(…) se passa quest’emendamento… che pare… siano d’accordo tutti…perché la boschi ha accettato di inserirlo… (…) è tutto sbloccato! (ride ndr)…volevo che lo sapesse in anticipo! (…) e quindi questa è una notizia…”.

La telefonata di Gianluca Gemelli, compagno della ministra Federica Guidi, al rappresentante della Total. Il governo che cambia il Paese. Quello che ha preparato lo spot per chiederci di disinteressarci di referendum, petrolio e trivelle.


Also published on Medium.

10 Comments

  1. Donato Abbagnale

    Il mio commento è che giusto che la ministro abbia dato le dimissioni. Sull’argomento petrolio, colgo l’occasione per dire ai promotori del prossimo referendum che dovrebbero spiegare ai cittadini che la mancata produzione nazionale dovrebbe essere sostituita con altrettanta di importazione e quindi se siano disposti a pagare questo maggior costo, che immagino ingente, magari con l’ennesimo aumento dell’accise sulla benzina.
    Donato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *