L’acqua pubblica e i referendum secondo l’Unità

Leggere per credere:

cosìparlòl'unità


Also published on Medium.

19 Commenti

  1. masetti pietro

    se il pd e ormai ridotto ad essere la cassa di risonanza di un pensiero unico penso che l’unita come giornale sia ormai non più alle dipendenze delle libertà di stampa ,ma di una vera e semplice svolta che non può che essere il pensiero unico ,come servo della ideologia totalitaria ,con questo mi fa molto male ,noi abbiamo votato con più del 90% per avere diritto all’acqua pubblica e chi pensa di rubarci questo risultato non deve che andare a quel tal paese ,detto da chi la domenica distribuiva anche 150 coppie dell’unità, e certamente questo giornale e questo partito che tanto odiano il popolo per fare gli interessi di chi odia ormai solo i lavoratori ,non può certo avere diritto di chiamarsi partito di centrosinistra , ma può perchè sta nel suo DNA chiamarsi Partito Democristiano anti cittadini.

  2. Ecco perché non basta il post del presidente dell’ordine dei giornalisti su facebook.
    Quando un certo ‘giornalismo’ diventa il sicario che uccide quotidianamente la verità e la rinnega per avvantaggiare chi vive, si nutre e trova consenso con le menzogne, ci vuole un po’ di più di due parole scritte nei social.

    1. Quella classifica si basa su parametri assurdi, come intimidazioni e minacce subite dai giornalisti che fanno inchieste scomode. Fatti gravissimi e drammatici, ci mancherebbe, ma sui quali non è dimostrabile alcuna connessione coi cosiddetti poteri forti.
      Che un giornale come l’Unità invece si riduca a scrivere certe cose rinnegando ciò che prima predicava, rinnegando la sacralità del quorum che difendeva fino a domenica e rendendosi oggettivamente ridicolo, questo credo che farebbe ulteriormente arretrare l’Italia in quella classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *