Warning: Missing argument 2 for Jetpack_Photon::filter_srcset_array() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 629 Warning: Missing argument 3 for Jetpack_Photon::filter_srcset_array() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 629 Warning: Missing argument 4 for Jetpack_Photon::filter_srcset_array() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 629 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 632

#unlibroalgiorno Tutti scrittori con i Nobel degli altri: un libro di Bob Dylan

E niente. Alla fine tra le polemiche inutili ci possiamo aggiungere anche quella sul premio Nobel a Bob Dylan. Sono solo canzonette, dicono. E lo dicono nello stesso in giorno in cui muore Dario Fo che era solo un comico, e che schifo dare il premio della letteratura a un giullare. Corsi e ricorsi storici della banalità che attraversa la storia, i tempi e i popoli.

Quelli che si incaponiscono sulla forma che deve avere la letteratura, quelli che vorrebbero essere possessori della formula matematica dell’ispirazione, quelli che aprono scuole di scrittura (molto “smart”, molto “cool”, molto “fast”) e schifano Bob Dylan oppure quelli che vorrebbero che scrittori fossero gli scriventi e magari poeti quelli che fanno una rima.

Di Bob Dylan, comunque, c’è una lettura che vale la pena collezionare, tenere nella nostra libreria ed è questo piccolo librino in cui Dylan gioca con le parole, il senso e il loro suono. Perché forse la letteratura più di essere qualcosa di scritto è qualcosa che imprime e l’orma di Dylan, beh, l’orma di Dylan rimarrà a lungo. Con e senza Nobel. Per fortuna.

Ecco la presentazione dell’editore:

Scritto tra il 1965 e il 1966 e pubblicato nel 1971, “Tarantula” è un’opera composita che raccoglie versi, apologhi, giochi di parole, parabole, mostrando gusto del nonsense e saggezza zen. Un’opera pensata, strutturata e agita con la deliberata intenzione di sfidare la lingua scritta e di condurla ai limiti estremi dell’ambiguità fonetica e del senso. I suoi temi sono l’America del dopo Kennedy, l’estasi e l’ossessione del sesso, la violenza del mondo e dei rapporti umani, la guerra del Vietnam e, al di sopra di tutto, la salvezza promessa dalla musica. In questa nuova edizione la prima traduzione italiana è stata interamente rivista, e innumerevoli livelli di significato sono stati portati per la prima volta alla luce. La “Guida alla lettura” che conclude il volume permette di esplorare un testo affascinante e ancora tutto da scoprire.

Il libro lo trovate qui nella nostra libreria Bottega dei Mestieri Letterari dove trovate alcuni dei miei libri e ogni giorno un libro in più sullo scaffale dei libro che secondo noi bisognerebbe avere. Fateci un salto, ditemi cosa ne pensate.


Also published on Medium.

9 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *