Warning: Missing argument 2 for Jetpack_Photon::filter_srcset_array() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 629 Warning: Missing argument 3 for Jetpack_Photon::filter_srcset_array() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 629 Warning: Missing argument 4 for Jetpack_Photon::filter_srcset_array() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 629 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 632

La “stabilità” trattata così (in favore del sì) è un truffa. Ecco perché.

Prima era tutto un ripetere di “governabilità”. Dappertutto. Una riforma costituzionale per rendere questo Paese più governabile, ci dicevano, dimenticando che un governante (che avrebbe il compito di rendere un Paese governato) non fa una bella figura nel chiedere l’allentamento delle regole per riuscire a governare meglio. Glielo abbiamo ripetuto per mesi che la solfa della governabilità non avrebbe funzionato, così ora sono passati alla “stabilità”.

“Questo Paese ha bisogno di stabilità”, “chi vota no mette a rischio la stabilità del Paese”, “la nuova riforma serve a garantire stabilità”, “gli investimenti non arrivano perché non c’è stabilità” e via con la nuova cantilena sparsa a pioggia dai fedeli servitori. Così alla fine la stabilità diventa un feticcio, un dovere di cui noi dobbiamo occuparci e di cui noi dobbiamo assumerci la responsabilità. Insomma: questo Paese è instabile per colpa nostra e ora basterebbe un sì.

Eppure la questione è lapalissiana: la stabilità politica di un Paese non viene messa in discussione dalla volontà popolare ma deve essere garantita dai suoi leader di governo. Mi spiego meglio: la catastrofe nel caso della vittoria del no al prossimo referendum è tutta farina di Renzi e gli Stati esteri non fanno che registrarne l’allarmismo. Basterebbe che l’attuale Presidente del Consiglio abbandonasse un secondo soltanto il proprio ego e garantisse responsabilmente di dare corso alla decisione che uscirà dalle urne senza provocare scossoni e garantendo gli impegni presi e facilitando qualsiasi evoluzione politica. E il Presidente del Consiglio è Renzi.

Oppure basterebbe che il segretario del partito che detiene una folta maggioranza in Parlamento (perché siamo una Repubblica parlamentare, ricordate?) assicuri un atteggiamento responsabile del suo partito sulle decisioni che eventualmente spetterebbero al Capo dello Stato. Ah, il segretario di quel partito è sempre Matteo Renzi.

Il resto è propaganda e allarmismo. Populismo, direbbero loro.

(Pubblicato per i Quaderni di Possibile qui)


Also published on Medium.

11 Commenti

  1. Un anno fa
    E se fosse questo l’inciucio?
    Sapete di chi sono le televisioni in Italia ????

    Un anno fa Ipotesi di fantapolitica

    Tu crea un Movimento chiamalo 5stelle come i grandi alberghi ..
    Gli italiani sono dei megalomani che sognano ..un giorno di alloggiare in un grande albergo a 5***** e saranno attirati dal nome..
    Parli agli scontenti del mio Governicchio degli ultimi 20 anni
    Razzoli voti a destra al centro ed a sinistra
    Ne la destra né il centro ne la sinistra hanno i numeri per governare
    Racimoli 160 Parlamentari
    Gli fai firmare un contratto
    che li lega a te per tutta la legislatura
    Tu Non ti allei con nessuno
    Le bocce stanno ferme
    Io faccio finta di litigare con Alfano
    Lui si allea con il PD
    FI sostiene le riforme
    Faccio la Trattativa del Nazzareno
    Tu ti astieni e alimenti l’odio per la politica ma non fai niente per migliorarla ..
    Rimani dentro il tuo WEBBLOG =OBLÒ
    Scomunichi tutti quelli indipendenti / solo i dipendenti da te possono parlare preventivamente censurati da te o WEB/guidati ..
    Consegna assoluta
    NON PUOI ANDARE IN TV …
    Renzi Matteo
    Da sindaco di Firenze vieni ad Arcore
    Stabiliamo un piano d’azione a medio termine
    Partecipi alle primarie dove fai votare tutti gli italiani e non solo quelli iscritti al PD come avveniva in tutti i partiti vecchia maniera ..
    Tu vinci le primarie
    Diventi segretario del partito
    Diventi Presidente del Consiglio con i voti di Alfano che lo confermi Ministro degli Interni
    Fai la tua squadra virtuale
    I giochi sono fatti
    Tutte le televisioni sono tue
    In attesa che la Corte di Strasburgo
    cancella la mia condanna IO ritorno
    Sono eleggibile
    Indovina??????????????????????
    Posso essere eletto Capo dello Stato
    È’ stato sempre il mio sogno da bambino che si avvera grazie a voi………..

  2. Sono arrivata al ribrezzo. Questo incapace in mala fede ha una faccia di bronzo pari alla sua ignoranza e grossolanita’ etica ed estetica. Comunque mi sono fatta l’idea che gli spazi della democrazia si andranno restringendo in tutta l’Europa, governati come siamo dall’America e dalle multinazionali che dettano legge anche al governo degli Stati Uniti e che non “hanno tempo da perdere”. Tutto questo è tragico.

  3. Basterebbe fare informazione invece che propaganda, innanzi tutto. Basterebbe ammettere che se nessuno ha capito niente della riforma, forse è il caso di aggiustare il tiro e sistemarla invece di andare a chiedere un’approvazione popolare che se dovesse arrivare sarebbe solo per paura dei populisti grillini, così come si ebbe paura dei comunisti a suo tempo. Basterebbe l’onestà intellettuale di affrontare i problemi invece di nascondersi dietro a un dito. E soprattutto, basterebbe evitare di ridurre tutto a un tifo da stadio di Noi contro Loro, sia da una parte che dall’altra.

    Sono così indecisa che credo che sceglierò cosa votare solo all’interno della cabina elettorale.

  4. gli investimeni non arrivano? ma se ormai l’italia è un paese straniero, non c’è più niente di nostrano, pure le squadre di calcio parlano cinese, si sono svenduti tutto, quel poco che era rimasto e dava lavoro ha chiuso per tartassamento (giusto ieri la bistefani, ahhhhh i krumiri non li troverò mai più, sono drammi), restano le partecipate e le parastatali, la modifica del V mira a svendere pure quelle (finmeccanica in testa)

  5. Gli “investimenti” non arrivano perché non ci sono le norme (almeno non tutte) che vogliono gli “investitori”. Loro chiamano stabilita’ la possibilità di produrre “certe”leggi senza che si metta di traverso la Corte Costituzionale. Corte che appunto puoi bloccare solo cambiando le norme costituzionali. Per questi stabilità è governo di pochi telecomandato … l’esperienza di Berlusconi ha mostrato che è noioso ogni volta dover comprare parlamentari per avere la tenuta del governo. Meglio provvedere in anticipo e “legalmente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *