“Salvini è il più grande assenteista di Bruxelles”. E per il tribunale di Milano non c’è diffamazione scrivendolo.

“Lei è il più grande assenteista di Bruxelles”. Salvini perde il processo per diffamazione contro il segretario generale della Fim, Marco Bentivogli, reo di aver dato dell’assenteista – il più grande – al leader del Carroccio. Il tribunale di Milano ha archiviato il procedimento avviato da Matteo Salvini dopo un acceso scambio di battute tra i due nel corso di un programma su La7 nel luglio del 2015. “Dire che Salvini è un assenteista non è diffamazione, perché è semplicemente la verità”, commenta più che soddisfatto Bentivogli.

“Non avevo dubbi che la querela sarebbe stata rigettata, anche perché i dati delle presenze dei parlamentari europei sono pubblici e scaricabili dal sito e, quindi, visibili a qualunque cittadino”, dice parlando di come Salvini “partecipi solo per il 18%” ai lavori della Commissione sul commercio internazionale di cui fa parte.

“Salvini
sentenzia su molti temi in televisione, ma poi non si prende il disturbo nemmeno di partecipare ai lavori di quella commissione – insiste Bentivogli – è un esempio di populismo irresponsabile che noi combattiamo, proprio per il rispetto della democrazia e della rappresentanza che abbiamo. Qualsiasi lavoratore, assente nel luogo di lavoro, viene licenziato. Salvini crede che le leggi si propongono, contrastano o approvano, stando giorno e notte in tv”.

(fonte)


Also published on Medium.

100 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *