La legge del ceffone

Ne avevo scritto qui due settimane fa, qualcuno mi aveva anche detto che non era una notizia e invece oggi è su tutti i giornali: la legge del ceffone in Russia è passata anche in seconda lettura e così oggi si indignano tutti.

E fa niente che intanto la retorica del cattivismo e dell’uomo forte sia in ottima salute: a continuare a invocare la forza poi la forza arriva e spesso tracima in violenza e forse bisognerebbe sforzarsi a leggere il clima culturale, provare a mettere insieme i segnali preoccupanti che ci arrivano da questi tempi e ribaltarli, anche.

Chissà che ne dicono gli amici di Putin.


Also published on Medium.

17 Commenti

  1. Ciao Giulio purtroppo lo sai come sono fatti i giornali, ne sappiamo qualcosa sul referendum e sullo spazio dato a Renzi.Bisogna approfondire un po la cosa prima.Qui trovi la notizia data dalla fonte russa https://it.sputniknews.com/mondo/201701273994002-russia-reato-violenza-domestica/, le cose sono un po diverse da come la raccontano i mezzi di informazione occidentale.Chi ha ragione? Non so, magari valutare tutte le fonti aiuta.Un caro saluto

    1. Be se devo valutare tutte le fonti non cerco informazioni sul Washington post o sulla CNN, se invece penso che qualsiasi cosa si fa in Russia sia brutta e cattiva continuo pure ad informarmi sui media occidentali, io cerco sempre di informarmi su tutte e due le campane ma probabilmente è un mio limite. Un saluto

    2. Ciao Giulio, grazie per la fonte, la aggiungo senz’altro alle mie, molto interessante la parte “The measure was proposed by a group of MPs and members of the Federation Council after assaulting strangers had been decriminalized this past summer. Under the law, similar assaults against relatives remained a criminal offence. This led to disputes in the society on why assaulting strangers should be viewed as administrative offence, while violence against family members should be regarded as criminal offence.
      In late 2016, activists from the All-Russia Parents Resistance (RVS), a public organization, collected more than 213,000 signatures and later submitted them to the presidential administration protesting “anti-family provisions” of the law passed this summer. The Russian president backed the group’s appeal during his annual news conference in December.
      According to Batalina, the adoption of the law will “balance the situation” and “return logics to the norms of the Criminal Code.””.
      Converrai con me che dice cose molto differenti da:
      http://www.economist.com/news/europe/21715726-it-fits-traditional-values-lawmakers-say-why-russia-about-decriminalise-wife-beating
      http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2017/01/27/in-russia-picchiare-moglie-e-figli-non-sara-piu-un-reato_7cb76224-007f-4e03-b58d-d31a98cb050d.html
      http://www.ilgiornale.it/news/mondo/russia-duma-approva-legge-che-depenalizza-violenza-domentica-1356452.html

      Sicuramente non è una buona legge, ma addirittura indigrarsi, noi italiani che non abbiamo la legge per il reato di tortura e una buona legge sul femminicidio mi sembra troppo e se vediamo dall’altra parte del mondo le cose non stanno messe meglio con la pena di morte e il facile accesso alle armi, un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *