‘Ndrangheta, colpo ai Cerra-Torcasio-Gualtieri di Lamezia: i fatti e i nomi

Maxi-blitz dei carabinieri in Calabria e in diverse località italiane. Smantellate tre piazze di spaccio gestite direttamente dai clan lametini. Gli indagati sono oltre 70

Erano tre le piazza di spaccio direttamente gestite dal clan di Lamezia Cerra-Torcasio-Gualtieri e per la quale sono state arrestate 47 persone (­24 in carcere e 23 ai domiciliari) questa mattina dai militari del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Catanzaro unitamente a quelli della Compagnia di Lamezia Terme. La prima nel centro cittadino in località Trempa, la seconda in località Capizzaglie e la terza a Ciampa di cavallo. Le sostanze stupefacenti raggiungevano la città della piana seguendo i canali della Puglia e dell’Albania per l’approvvigionamento della marjuana mentre dalla costa ionica reggina proveniva la cocaina e l’eroina. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip del Tribunale di Catanzaro Carlo Saverio Ferraro su richiesta dei sostituti procuratori Elio Romano e Fabiana Rapino. I 47 indagati sono ritenuti affiliati alla cosca ‘ndranghetista Cerra – Torcasio – Gualtieri attiva nella piana di Lamezia e ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti con l’aggravante delle finalità mafiose. Complessivamente sono oltre 70 gli indagati.

“Dionisio”. L’operazione è stata convenzionalmente denominata dai carabinieri “Dionisio” ed è un costola di due precedenti inchieste “Chimera 1” e “Chimera 2”, con la quale si era appurata l’esistenza della cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri. Il procuratore della Repubblica, Nicola Gratteri nel corso della conferenza stampa ha chiarito come si tratta di un’indagine completa sotto il profilo probatorio. “Ho apprezzato la maniacalità con la quale i carabinieri hanno costruito in maniera sistematica rendendo granitiche le prove”. “Siamo davanti ad una cosca pericolosa – ha aggiunto il procuratore aggiunto Giovanni Bombardieri – perché l’indagine prende avvio dalle dichiarazioni di un testimone di giustizia tossicodipendente, minacciato da soggetti che dovevano recuperare somme di denaro”. Ulteriori riscontri sono arrivati anche da alcuni collaboratori di giustizia, consentendo di completare “uno spaccato importante, perché dal territorio sono stati tirati fuori soggetti che costituivano pericolo costante per la sicurezza dell’area”.

Nomi. Le persone coinvolte nell’operazione sono accusate di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di stupefacenti, con l’aggravante delle finalità mafiose. Tra di loro ci sono anche il capo storico Nino Cerra, 69 anni, il nipote omonimo, Nino Cerra, 26 anniPasquale Torcasio, 48 anni, oltre ad esponenti di spicco del clan Gualtieri. Nel blitz è coinvolto anche Sebastiano Strangio, 31 anni, elemento di spicco dei clan del Reggino.

In carcere. I 24 provvedimenti di custodia cautelare in carcere riguardano: Nino Cerra, 69 anni; Vincenzo Torcasio, 37 anni; Pasquale Torcasio, 38; Pasquale Torcasio, 37; Antonio Gualtieri, Cesare Gualtieri, 39; Pasquale Carnovale; Cesare Gualtieri, 48; Nicola Gualtieri, 25; Sebastiano Strangio; Danilo Torcasio; Francesco Tropea; Luca Torcasio; Giuseppe Gullo; Peppino Festante; Ivan Matti Altadonna; Silvia Mascaro; Teresa Estino; Antonio Torcasio; Maria Pia Renda; Roberto De Fazio; Salvatore Fiorino; Pasquale Gullo; Gaetano Larosa.

Ai domiciliari. In 23 sono invece finiti agli arresti domiciliari. Si tratta di Giuseppe Dattilo; Stefano Frangipane; Concetto Pasquale Franceschi; Franco Franceschi; Antonio Franceschi; Antonio Salatino; Pasquale Salatino; Antonio De Fazio; Aurelio Scalise; Lorenzo Cosentino; Vincenzo Ammendola; Francesco Genchi; Eljon Hoxhaj; Carmela Profeta; Angela Patruno; Maurizio De Fazio; Pasquale Tedesco; Giovanni Pujia; Antonio Grande; Angela Gatto; Luciano Torcasio; Antonio Gatto; Danilo Fiumara.

L’ELENCO COMPLETO DEI 77 INDAGATI

1) CERRA Nino, inteso “il vecchio” e -Zu’ Nino” di Lamezia Terme (detenuto)
2) CERRA Nino, classe 1991, di Lamezia Terme (detenuto)
3) TORCASIO Pasquale, classe 1969 di Lamezia Terme (detenuto)
4) TORCASIO Vincenzo, cl 1980, di Lamezia Terme (detenuto)
5) TORCASIO Domenico, inteso “U’ Mongolo”, “Mico e Micariellu” di Lamezia Terme (detenuto);
6) TORCASIO Alessandro, classe ’86 di Lamezia Terme (detenuto);
7) TORCASIO Pasquale, inteso “Carra’” e “Cicciobello”, di Lamezia Terme (detenuto)
8) GUALTIERI Emilio Francesco, alias “cinque lire”, “U’ russu”, di Lamezia Terme (detenuto)
9) GUALTIERI Federico, inteso “U’ Zuppariellu” di Lamezia Terme (detenuto)
10) GUALTIERI Antonio, classe ’79 di Lamezia Terme (detenuto)
11) GUALTIERI Francesco, clsse ’74, di Lamezia Terme (detenuto);
12) GUALTIERI Nicola, inteso “Nicolino”, di Lamezia Terme
13) ARIOSTA Stefano, di Lamezia Terme
14) GUALTIERI Cesarino, inteso “Ibiza Verde” di Lamezia Terme
15) RAINIERI Giuseppe, di Lamezia Terme (detenuto);
16) RAINIERI Ottorino, di Lamezia Terme (detenuto);
17) MURACA Gennaro, di Lamezia Terme (detenuto)
18) CIMINO Luciano, di Lamezia Terme (detenuto)
19) VILLELLA Antonio, inteso “Crozza, di Lamezia Terme (detenuto);
20) CARNOVALE Pasquale, di Lamezia Terme (detenuto);
21) PAONE Paolo, di Lamezia Terme (detenuto);
22) PARADISO Angelo Francesco inteso “Ciccia e Ciccuzzu” di Lamezia Terme (detenuto);
23) PARADISO Antonio, alias “Zu Toto di Lamezia Terme (detenuto);
24) CRAPELLA Massimo, di Lamezia Terme (detenuto);
25) GUALTIERI Cesare, alias “U’ Bruitu”, Pazzu -, di Lamezia Terme (detenuto);
26) GUALTIERI Nicola, inteso Bomboletto, di Lamezia Terme (detenuto);
27) GUALTIERI Cesare, classe 1978, di Lamezia Terme (detenuto)
28) FESTANTE Peppino, di Lamezia Terme (detenuto)
29) RENDA Maria Pia, di Lamezia Terme
30) DE FAZIO Roberto, inteso “lo svizzero”, di Lamezia Terme;
31) BONADIO Pasquale, di Platania;
32) STRANGIO Sebastiano, di Bovalino
33) TORCASIO Danilo, inteso “u’ culiellaro”, di Lamezia Terme (detenuto)
34) TORCASIO Luca, inteso cultellaro”, di Lamezia Terme;
35) MASCARO Silvia, di Lamezia Terme;
36) TORCASIO Antonio, di Lamezia Terme;
37) ESTINO Teresa, di Lamezia Terme;
38) TROPEA Francesco, di Lamezia Terme (detenuto);
39) MERCURI Antonello, di Lamezia Terme;
40) BUBBA Massimo, di Maida;
41) MATTI ALTADONNA Ivan, di Lamezia Terme;
42) GULLO Pasquale, di Lamezia Terme (detenuto);
43) GULLO Giuseppe, inteso “Pino” o “Pinuzzo” di Lamezia Terme (ai domiciliari);
44) GULLO Antonio, di Lamezia Terme.
45) FRANCESCHI Rosario, di Lamezia Terme (attualmente ai domiciliari);
46) FRANCESCHI Concetto Pasquale, di Lamezia Terme;
47) FRANCESCHI Franco, alias “lo sfregiato”, di Lamezia Terme;
48) FRANCESCHI Antonio,di Lamezia Terme;
49) DATTILO Giuseppe, alias “Cabrini”, di Lamezia Terme;
50) FIORINO Salvatore, alias “U’ Maruzzaru” di Lamezia Terme (ai domiciliari)
51) FRANGIONE Stefano, di Lamezia Terme;
52) CRISTIANO Pasquale, inteso “chiattilla”, di Lamezia Terme;
53) GRILLO Vincenzo, di Lamezia Terme;
54) FIUMARA Danilo, di Lamezia Terme;
55) TORCASIO Saverio, classe 75, di Lamezia Terme;
56) GRANDE Antonio, di Lamezia Terme;
57) TORCASIO Ugo, di Lamezia Terme
58) BARRESI Vincenzo, di Lamezia Terme;
59) CALIGIURI Pasquale, di Lamezia Terme;
60) SALATINO Antonio, di Lamezia Terme;
61) SALATINO Pasquale, di Lamezia Terme;
62) DE FAZIO Antonio, di Lamezia Terme;
63) SCALISE Aurelio, di Pianopoli;
64) COSENTINO Lorenzo, di Feroleto Antico
65) AMMENDOLA Vincenzo, di Lamezia Terme;
66) GENCHI Francesco, di Paolo del Colle;
67. HOXHAJ Eljon, (albanese);
68) PROFETA Carmela, di Bari;
69) PATRUNO Angela, di Bari;
70) DE FAZIO Maurizio, di San Pietro a Maida;
71) TEDESCO Pasquale, di San Pietro a Maida
72) PUJIA Giovanni, di Lamezia Terme;
73) LAROSA Gaetano, di Lamezia Terme (detenuto);
74) GATTO Angela, di Lamezia Terme
75) TORCASIO Luciano, di Lamezia Terme;
76) GATTO Antonio, di Lamezia Terme
77) CALIDONNA Roberto, di Lamezia Terme (detenuto).

(fonte)


Also published on Medium.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *