La penna di Pio La Torre. Meravigliosamente letta.

Io scrivo pezzi che poi volano via e ogni tanto atterrano in posti bellissimi. Così mi è capitato di ascoltare un mio monologo (dedicato alla figura di Pio La Torre) recitato da Francesca in occasione dell’incontro dello scorso 14 marzo a Padova organizzato dal presidio di Libera “Silvia Ruotolo”.

Ecco, io non so dirvi quanto sia bello sapere che i miei pezzi che volano via poi capitino in occasioni (e voci) così. Prendetevi qualche minuto per ascoltarlo:

 

Foto di Massimo Pistore

 

 

6 Commenti

  1. Maria Ausilia Chiaramonte

    Buon giorno Giulio, questi, a proposito di mafia e vendette trasversali per aver denunciato alla magistratura fatti molto pesanti su riciclaggio di denaro sporco, sono giorni difficili. La preside della scuola dove lavoro, ieri mi ha presentato una lettera, anticamera del licenziamento, xchè secondo lei devo “essere sottoposta” a controllo sulla mia salute mentale da parte di una commissione a PA prossimamente. Purtroppo viviamo in una società in cui i pazzi al potere devono giudicare i sani. A MI questo week-end vi chiederó di scrivere e pubblicare un articolo sul FQ su questa cosa vergognosa nei miei confronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *