Warning: Missing argument 2 for Jetpack_Photon::filter_srcset_array() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 629 Warning: Missing argument 3 for Jetpack_Photon::filter_srcset_array() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 629 Warning: Missing argument 4 for Jetpack_Photon::filter_srcset_array() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 629 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.giuliocavalli.net/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 632

Negli USA invece gli spari sono “liti domestiche”

Blitz in classe a colpi d’arma da fuoco in una scuola elementare della California. Terrore e sangue stamani, intorno alle 10.30 del mattino locali, le 19.30 in Italia, a San Bernardino. Un uomo ha fatto irruzione in classe e ha ucciso a colpi d’arma da fuoco una docente e poi, secondo la ricostruzione della polizia, si è tolto la vita. Colpiti anche due scolari e sarebbero in gravi condizioni in ospedale. Dopo i primi concitati momenti in cui si è temuto qualunque cosa, la portavoce del distretto scolastico ha dato una prima interpretazione dell’accaduto: all’origine del blitz la volontà dell’uomo di uccidere la donna, una violentissima “lite domestica”. Quando le forze dell’ordine hanno preso il controllo della situazione, il bilancio è stato finalmente accertato. “Sono morti due adulti – ha dichiarato il capo della polizia Jarrod Burguan – e due alunni feriti sono stati trasportati in ospedale”.

In un tweet, il capo della polizia Jarrod Burguan spiega: “Crediamo che si tratti di omicidio-suicidio. E’ avvenuto in classe. Due scolari sono stati trasportati in ospedale”.

La scuola North Park Elementary è stata isolata dalle forze dell’ordine. Burguan ha intimato ai residenti di tenersi lontani dalla scuola durante l’investigazione. Gli scolari della North Park sono stati trasferiti in un vicino liceo, la Cajon High School, dove i genitori stanno accorrendo per recuperarli.

(fonte: Repubblica)


Also published on Medium.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *