Il video completo dell’audizione di Zuccaro alla Camera, sulle ONG.

Questa mattina, nel mio consueto buongiorno per Left (qui), ho riportato alcuni stralci dell’audizione del procuratore della Repubblica presso il tribunale di Catania, dottor Carmelo Zuccaro presso  il “Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’Accordo di Schengen, di vigilanza sull’attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione”.

Ne sono nati diversi commenti, favorevoli e ostili. Più di qualcuno però ha dimostrato interesse per conoscere a fondo prima di deliberare (che è sempre una buona notizia) e altri hanno (giustamente) sottolineato come delle frasi estrapolate possano essere fraintendibili. Un bel dibattito, comunque. Sano. Ecco il video completo, senza tagli:


Also published on Medium.

21 Commenti

  1. Io comprendo bene la situazione anche perché il mio lavoro mi costringe a farlo ogni giorno. Ascoltando tutto il video, tutto, le uniche evidenze confermate sono il coinvolgimento di cosanostra nel 2013 e il fatto che, ad oggi, non ci sono prove nè sospetti di un coinvolgimento delle ONG nel traffico. Solo dubbi. Parole di Zuccaro. Quindi il caso mediatico è fondato su fuffa. In Italia c’è sì una sicurezza sull’argomento migranti su cui indignarsi: si chiama Mafia Capitale…ma si preferisce parlare delle ONG.

  2. Mi dispiace Giulio, ma anche qui, i tuoi tendenziosi commenti agli stralci dell’audizione, non fanno bene alla verità. Zuccaro ha sostanzialmente confermato quanto ha più volte ribadito durante i suoi interventi pubblici, fornendo addirittura dettagli che ci dovrebbero far preoccupare ulteriormente, ma tu continui nel tuo tentativo di condurre, chi legge i tuoi interventi, verso le tue posizioni contrarie a chi sta tentando di far luce sul rapporto ONG-fenomeno migratorio. Questo non ti fa onore, anche perché sono atteggiamenti non intellettualmente onesti e di sterile polemica. Vedi, Giulio, qui il punto non è se Zuccaro ha ragione o meno, ma dotare le procure degli strumenti e delle risorse necessarie per fugare ogni dubbio: è dovere di uno Stato serio fare chiarezza su questioni così delicate che, in un modo o nell’altro, stanno destabilizzando la vita sociale ed economica del nostro Paese. Il sospetto, oltretutto, non è un buon modo per stabilire delle relazioni pacifiche tra essere umani. Se poi vogliamo continuare a raccontarci la favola della buona notte per tranquillizzare i bambini e far prendere loro sonno, allora hai ragione tu. In questo caso smetto di preoccuparmi.

    1. Per riflettere. Ricordando quanto ha affermato Zuccaro, ovvero che molte delle ONG impegnate nel salvataggio si sono costituite nel 2013, ecco alcuni dati sul numero di migranti sbarcati nelle nostre coste, dal 2003 ad oggi:
      sbarchi nel 2003: 14.331
      sbarchi nel 2004: 13.635
      sbarchi nel 2005: 13.635
      sbarchi nel 2006: 22.016
      sbarchi nel 2007: 20.455
      sbarchi nel 2008: 36.951
      sbarchi nel 2009: 9.573
      sbarchi nel 2010: 4.406
      sbarchi nel 2011: 64.261
      sbarchi nel 2012: 13.267
      sbarchi nel 2013: 42.925 (anno di insediamento del governo Letta, con ministro degli interni Angelino Alfano)
      sbarchi nel 2014: 170.000
      sbarchi nel 2015: 139.770
      sbarchi nel 2016: 181.436
      previsione per il 2017: 270.000 nuovi arrivi!!!

    2. Caro Vincenzo Cammareri, il suo commento fa il paio con la serietà di Zuccaro, in effetti. Ho messo il video proprio per “aiutare” chi ha difficoltà di comprensione (più o meno indotta) delle parole ma evidentemente non basta: qui Zuccaro non conferma niente perché non ha in mano niente. E tra l’altro qui non si discute del bisogno di chiarezza ma di un atteggiamento che finisce per legittimare ignoranza e superficialità. Io non le auguro un giorno di avere un magistrato che indaghi su di lei (e Zuccaro non ha nemmeno gli elementi per aprire un’inchiesta al momento, siamo all’indagine conoscitiva, se ne conosce la differenza) in virtù di un “sentore” rilasciando interviste con tanti di quei condizionali che non sarebbero concessi nemmeno a un bambino di dieci anni. Era la bufala degli hotel di lusso, poi dei 35 euro al giorno, poi del telefonino gratis e ora le ONG. Complimenti. Comunque ognuno libero di avere le proprie idee e discuterne (e i propri idoli). Io temo solo i convinti di avere sempre ragione.

    3. Perché come giornalista non parli stando sopra le parti inveceo di far intendere una tua precisa posizione senza minimamente instillare il dubbio che potrebbero esserci delle ONG che non rispettano le convenzioni.

    4. Giulio Cavalli ma come fate proprio voi giornalisti a dire che non ha in mano niente, flotte navali puntuali che si trovano in quel tratto precise all’appuntamento con l’aiuto alle ONg, che manco lo sbarco in Normandia, costi di gestione giornalieri altissimi, battenti bandiere dubbie Panama Isole Marshall, toh guarda caso , ma queste cose voi non le potete verificare prima di dire fuffa? non avete possbibilità? e poi non ho capito bene chi siano queste persone sedute intorno al procutore, stampa?

    5. è la commissione ? quindi preposta all’indagine conoscitiva. lei è un giornalista invece? perché dice “Io non le auguro un giorno di avere un magistrato che indaghi su di lei” lei ne ha avuta una brutta esperienza personale?

    6. Antonella Chiarella l’ha risposta gliel’ha data proprio oggi la Procura di Siracusa che nega l’esistenza di qualsiasi riscontro. Vede che a volte è semplice, la vita. E comunque “le persone intorno al Procuratore” sono deputati della Repubblica. Parlamentari. Democrazia.

    7. Attilio Lozzi Io parlo e scrivo dalla parte in cui decido stare. Non lo decide lei come devo scrivere. Non funziona così. Si dia una ripassata alla Costituzione, le farà bene. E tra l’altro ben vengano indagini, trasparenza e chiarezza. Quindi le conviene leggermi meglio.

    8. Antonella Chiarella, si meraviglia che le navi si trovino in quel tratto di mare? Ma dove dovrebbero andare, per salvare i migranti, nell’entroterra? A Roma? A Carugate? Ma… quando dite queste cose siete proprio convinti?

    9. Attilio Lozzi, mi faccia capire, i giornalisti dovrebbero instillare i dubbi solo dove dice lei? E poi lei lo sa che scegliere quali dubbi avere, senza evidenze chiare e pesanti, è una presa di posizione politica? La sua, per esempio. Buona serata.

    10. Quindi I magistrati sono buoni, quando le danno ragione. Nicolò La Rocca mi legga tutto, Panama Isole Marshall. Per fare I giornalisti non basta leggerne altri e fare una sintesi delle frasi. Fanno più casino I blogger in questa vicenda della politica stessa, solo per il gusto di replicare, che dopo un po’ uno si annoia pure di leggere le stesse frasi, non parliamo del condizionale.

  3. Quante cose ci sarebbero da dire…troppi condizionali usati, troppe ipotesi senza sostanza, troppa voglia di diventare il futuro Bertolaso dell’immigrazione.
    Trovo che la cosa più interessante detta è che le uniche imbarcazioni in mare che hanno lo scopo del salvataggio sono quelle delle ONG. Quindi non capisco perché stupirsi se lo fanno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *