Quel giorno che Ayrton Senna se n’è andato, e abbiamo perso quello sguardo


I piloti scarsi seguono tutti sudati le orme degli altri, i piloti veloci infilano le linee più brevi e poi ci sono gli artisti. Senna disegnava linee che gli altri non vedono. Semplicemente.
Continua a leggere


Also published on Medium.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *