27 gennaio, Rho: A MILANO LA MAFIA NON ESISTE

Dopo le ultime dichirazioni del prefetto di Milano Lombardi la domanda è quanto mai attuale. Una domanda che cammina sul filo rosso che passa da Pillitteri al Sindaco Letizia Moratti, sfiorando appena i moniti delle procure: esiste la mafia a Milano? In Lombardia? Ne parlano mercoledì 27 gennaio a Rho, in via Meda 20 presso l’Auditorium Sala Verde dalle ore 21.00 :

Giulio Cavalli (attore, scrittore e candidato indipendente per la Regione Lombardia nelle province di Milano e Varese)
Jole Garuti (direttrice dell’associazione Omicron)
Mario Portanova (giornalista, collabora con “Diario”, “l’Espresso”, “Wired” e “Altreconomia”)

“Milano e la Lombardia rappresentano la metafora della ramificazione molecolare della ‘ndrangheta in tutto il nord, dalle coste adriatiche della Romagna ai litorali del Lazio e della Liguria, dal cuore verde dell’Umbria alle valli del Piemonte e della Valle d’Aosta… La Lombardia è da sempre retroterra strategico dei più importanti sodalizi criminali calabresi e gli eventi registrati offrono ulteriori riscontri per quanto concerne la massiccia presenza nella regione di soggetti legati alla ‘ndrangheta, con interessi principalmente nel settore del traffico di stupefacenti, nella gestione dei locali notturni e nell’infiltrazione all’interno dell’imprenditoria edilizia”.
Dalla relazione della Commissione Parlamentare Antimafia, XV Leg., approvata all’unanimità

Rispondi