Cavalli (IdV): “Caro Assessore, è inciampato in un orfano”

Milano, 2 giugno 2010

COMUNICATO STAMPA

Cavalli (IdV): “Caro Assessore, è inciampato in un orfano”

Bonus anti aborto. Lettera aperta all’assessore Boscagli

“Caro assessore, è inciampato in un orfano…” inizia così la lettera aperta di Giulio Cavalli all’assessore alla Famiglia di Regione Lombardia Boscagli. Il consigliere regionale di Italia dei Valori ha scelto di replicare all’assessore sulla questione del bonus anti aborto con una lettera aperta che ha pubblicato sul proprio sito web personale: www.giuliocavalli.net. Ecco alcuni passaggi.

“Questa mattina – dice Giulio Cavalli, consigliere regionale dell’Italia dei Valori – ho avuto modo di leggere la sua reazione ai miei dubbi su questo fantomatico bonus… Ora vede, caro Boscagli, glielo riferisco con un certo fastidio, purtroppo per me (e per il suo tempismo) non ho proprio bisogno di informarmi sui “migliaia di bambini salvati” perché sono uno di quelli”.

“Non so – si legge nella lettera aperta – se mia madre mi abbia abbandonato “solamente per motivi economici” o la mia nascita piuttosto che un aborto siano stati dettati da valutazioni di bilancio; così come non so nemmeno quale stato di solitudine, disperazione, indifferenza o isolamento sociale possa spingere una madre a rinunciare (qualunque sia il modo) al proprio figlio. Proprio non lo so. Nemmeno io che ne sono figlio. E tanto meno lei, caro assessore Boscagli, che si riferisce così elegantemente asettico ad una tribolazione di madre che da tutto questo ne esce abbastanza calpestata. Non mi spiego nemmeno perché in questo Paese, che oggi festeggia il proprio compleanno, i diritti della famiglia siano rivenduti come bonus o regalìe delle pubbliche amministrazioni”.

“Qualcuno giustamente dirà che questo bonus è meglio di niente, caro assessore, ma io vorrei una politica che puntasse il dito sugli interventi strutturali per le soluzioni del “niente”; con uno Stato Sociale solidale con tutti senza ergersi in giudizi che rischiano di finire in un tonfo. Vorrei – conclude Cavalli – una politica che non si arroga il diritto di sintetizzare le disperazioni in pochi commi, ma che lavori senza ergersi a giudice di moti così personali e sotterranei”.

Gruppo Italia dei Valori Consiglio regionale della Lombardia

Tel: 02.67486377 Fax: 02.67482052

italia.valori@consiglio.regione.lombardia.it

gvalleris@gmail.com

Rispondi