Giulio Cavalli al Circolo della Stampa contro il bavaglio

Oggi pomeriggio dalle h16,30 alle h19,30 l’Ordine dei Giornalisti Lombardia e la sezione di Milano dell’Associazione Nazionale Magistrati in collaborazione con la Federazione Nazionale della Stampa, organizzano una giornata d’informazione-denuncia al Circolo della Stampa (Sala Bracco) in corso Venezia 16.

L’iniziativa nasce dalla necessità di sottolineare con forza la pericolosità e la nocività del ddl intercettazioni, che colpisce pericolosamente non solo la libertà di stampa, ma anche l’incisività del lavoro investigativo delle forze dell’ordine e della magistratura.

“Gli articoli che non scriveremo più, le indagini che non faremo più” è il titolo della giornata con le istruzioni per l’uso del Disegno di legge Alfano sulle intercettazioni. Parteciperanno i giornalisti Roberto Natale (Presidente FNSI), Gianni Barbacetto e Piero Colaprico (La Repubblica), Alessandro Galimberti (Il Sole 24 ore) e Rosi Brandi (Presidente Gruppo Cronisti Lombardo), i magistrati Manuela Massenz (Presidente ANM Milano), Fabio Roia (componente togato CSM) e Armando Spataro (Procuratore aggiunto e coordinatore pool antiterrorismo Procura di Milano), gli avvocati Giuliano Pisapia, Caterina Malavenda e Guido Camera, i costituzionalisti Marco Cuniberti (docente Diritto Costituzionale Università Statale, Milano), Giulio Enea Vigevani (docente Diritto Costituzionale Università Milano Bicocca), Luca Melchionna (professore Diritto Costituzionale comparato St.John University new York) con un intervento in video, gli artisti Moni Ovadia, Giulio Cavalli, Silvano Piccardi. Intercettazioni: per il Governo è il Problema d’Italia, per molti italiani, se il Ddl verrà approvato, è una catastrofe annunciata. In ogni caso, per la prima volta, il Governo con il DDL Alfano è riuscito a mettere insieme, giornalisti e magistrati contro un disegno di legge che porterà danni ai cittadini, privati del diritto di essere informati, ma anche a entrambe le professioni. Le inchieste, infatti, saranno sempre più difficili e gli articoli sempre meno ricchi soltanto per tutelare la privacy di chi commette reati. Magistrati e giornalisti invitano tutti il pomeriggio del 7 luglio al Circolo della Stampa di Milano per una giornata di dialogo, testimonianza e incontri, con esperti in materia (avvocati, costituzionalisti) ed esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo che hanno deciso di non tacere. Gli allievi del Master in Giornalismo dell’Università Statale di Milano “Walter Tobagi” e dell’Ordine della Lombardia gireranno un documentario della manifestazione che verrà poi distribuito ai media e chi ne farà richiesta.

Rispondi