Da Varesenews: gli infami di Giulio Cavalli alla festa di VareseNews

Si avvicina sempre più “ANCHE IO”, la festa dei lettori di VareseNews che si svolgerà dal 3 al 5 settembre all’area feste della Schiranna. Oltre alla tradizionale area gastronomica in cui a servire sono gli stessi giornalisti di VareseNews, la festa ha un’area bimbi sempre attiva e propone incontri, spettacoli, concerti e laboratori.

Tra le tante attività proposte, quella di cui siamo più orgogliosi quest’anno è però lo spettacolo “Nomi, cognomi e infami” del bravissimo Giulio Cavalli, che vi proporremo a ingresso libero e gratuito.

Cavalli è un attore, scrittore, regista e politico italiano superpremiato, che da anni porta in teatro scomode come “Re Carlo”, dedicato al G8 di Genova, “Linate 8 ottobre 2001”, dedicato all’incidente aereo costato la vita a 118 persone e “Bambini a dondolo”, dramma sul turismo sessuale infantile.

A Varese porterà “Nomi, cognomi e infami”, un toccante spettacolo dedicato a persone che per il loro lavoro sono state uccise dalla mafia. Cavalli ricorda Don Peppe Diana, il prete ucciso a Casal di Principe per il suo impegno contro la camorra, Paolo Borsellino e il magistrato Bruno Caccia, ammazzato dalla ‘ndrangheta il 26 giugno 1983. Uno spettacolo che vuole far riflettere: la società “civile”, se così si professa, dovrebbe indignarsi e reagire di fronte a qualcosa che non è “normale”.

La capacità recitative di Cavalli e le sconvolgenti verità contenute nel copione, rendono questo evento un appuntamento d’impatto e riflessione. L’appuntamento è fissato per sabato 4 settembre alle 21:00. L’area di intrattenimento bambini sarà attiva anche la sera, proprio per consentire ai genitori di godere dell’appuntamento. Per altre informazioni www.ancheio.it.

http://www3.varesenews.it/varese/articolo.php?id=180766

2 Commenti

  1. I like how at this website the pros & cons of rifle vs. pistol are weighed. I am sure somewhere there is a range troll sneering at the idea of a rifle for home defense. It has its advantages and take aways.Personally, I feel the over-penetration concern is over-hyped. Guns have lots of kenetic energy, more than anything else out there and that is why they work so well. Over penetration is a concern but any weapon capable of killing at range presents the real possibility of over penetration and friendly fire.

Rispondi