Subito un consiglio regionale per dire No al nucleare in Lombardia

COMUNICATO STAMPA

 “Subito un consiglio regionale per definire gli indirizzi della Regione in ordine al nucleare”. Lo chiede il Capogruppo regionale dell’Italia dei Valori Stefano Zamponi che aggiunge: “Invito il Presidente Boni a convocare una seduta urgente; dev’essere il consiglio a dettare le linee che poi la Giunta dovrà seguire”.

 “Noi di IdV – continua il consigliere regionale Gabriele Sola – siamo contrari a prescindere al nucleare, non solo in Lombardia ma in tutto il Paese. Come noi la pensano centinaia di migliaia di italiani e di lombardi che hanno sottoscritto, con convinzione, la raccolta firme di qualche mese fa nella quale chiedevamo di indire un referendum per dire No al nucleare”.

 “Finita la campagna elettorale – dice Francesco Patitucci, consigliere regionale di IdV –  il centrodestra spalanca di nuovo le porte al nucleare. A questo punto il Presidente Formigoni deve abbandonare ogni ambiguità ed esprimere chiaramente la propria posizione sulla questione”.

 “Le parole di Formigoni e della Lega in campagna elettorale non lasciano dubbi: il No al nucleare era uno dei pochi punti d’incontro fra tutte le forze politiche. Adesso – conclude Giulio Cavalli, consigliere regionale di IdV – ognuno si assuma le proprie responsabilità e venga in Aula a confermarsi o a smentirsi”.

 Già pronte una mozione e un’interrogazione del Gruppo Italia dei Valori per riportare il dibattito e ogni decisione sul nucleare in Lombardia nella sede istituzionale più appropriata: il consiglio regionale.

 Gruppo Italia dei Valori

Consiglio regionale della Lombardia

Rispondi