Giulio Cavalli a Cose nostre: maratona per Vassallo

Cose nostre: la maratona web per la legalità in memoria di Angelo Vassallo

Venerdì 05 novembre 2010 – esattamente a due mesi di distanza dal brutale assassinio – dalle ore 20 alle ore 24 andrà in onda “a rete unificata” una maratona per la legalità. Cose nostre: per la legalità e la cultura, ricordando Angelo Vassallo, questo il titolo della diretta. Per l’occasione sarà attivo un sito che raccoglierà nei giorni precedenti adesioni, testimonianze di solidarietà, segnalazioni e denunce di illegalità. Su www.cosenostre.tv verrà proposta la diretta, trasmessa anche su tutte le micro web tv aderenti e rilanciata dai grandi network editoriali italiani ed esteri. La diretta vuole portare all’attenzione i tanti Angelo Vassallo che lottano quotidianamente per rimarcare il senso delle istituzioni, il mantenimento di una legalità fondante per la comunità e la diffusione di una cultura libera. Ma nel corso della maratona si denunceranno anche le tante storie di mafia e di illegalità diffusa. Nella diretta verranno coinvolti i micro canali con collegamenti in webcam via Skype. Dallo studio di Bologna parteciperanno: Davide Scalenghe (Current), Giordano Sangiorgi (MEI), Carmen Lasorella (San Marino RTV), Maria Cristina Origlia (Sole24Ore), Claudio Martelli (Lookout), Rosa Framartino, Giuseppe Bianco (Procuratore di Firenze), Loris Mazzetti (Rai), Rachele Castro (Ipazia), Piero Cannizzaro, Roberto Ippolito (autore de “Il bel Paese maltrattato, Bompiani), Flavio Tranquillo (co-autore de “I dieci passi, piccolo breviario della legalità”, Add Editore), Laura De Merciari (Slow Food). Saranno intervistati da Giampaolo Colletti (FEMI- Altratv.tv) e Francesca Fornario (L’Unità).
Partecipano alla diretta con interviste e contributi: Riccardo Iacona (Rai3), Massimo Fini (Movimento Zero), Giancarlo Caselli (Procuratore di Torino, già procuratore capo Antimafia a Palermo), Giulio Cavalli (autore “Nomi, cognomi e infami”, Verdenero), Tommaso Tessarolo (Current), Sofia Bosco (FAI), Alberto Cisterna (Direzione Nazionale Antimafia), Michele Spiezia (La città di Salerno), Marco Giovannelli (Varese News), Mario Conti (GUP Palermo), Michele Dotti (autore de “L’anticasta”, EMI), Giusy Arena (Annozero e co-autrice di “P3”, Editori riuniti), Ylenia Sina (autrice “In prima persona”, Alegre editore), Nicola Gratteri (Procuratore Tribunale di Reggio Calabria), Manuela Iattì (SkyTg24 e autrice “Avvelenati”), Nicola Trifuoggi (Procuratore di Pescara), Giuseppe Caporale (La Repubblica). Nel corso della maratona i videobox di Stefano Andreoli e della community di Spinoza.it. Durante la serata verrà trasmesso anche il video di presentazione per la serrata dei musei, che si terrà sabato 6 novembre. In Italia – secondo il monitoraggio condotto dall’osservatorio interuniversitario Altratv.tv – sono attualmente accese 346 micro web tv create da cittadini videomaker per caso o per passione, gruppi associativi territorialmente localizzati, consorzi di giornalisti digitali. La maratona è perciò un presidio sui temi della legalità: le micro web tv e I blog parteciperanno con video irradiati “a rete unificata” in chiave positiva, documentando i tanti Vassallo che amministrano nella quotidianità, storie di esperienze sul campo al positivo. Oppure i canali partecipano denunciando ciò che non va, le illegalità diffuse e perpetuate ai danni della collettività. Ad oggi prendono parte Collettivo 99 e Diceche (L’Aquila), Napoli Est e Terra dei fuochi (Napoli), Critical City (Milano), Uànm (Villalta Irpina), Sassiland (Matera), Storie Digitali (Milano), Sesto TV (Sesto), Fuori TV (Modena), Ola Channel (Potenza), Telejato (Palermo), Messina web tv (Messina). Altre interviste saranno realizzate nel corso di queste settimane e I video uploadati nel canale aperto su YouTube. Nel corso della diretta verranno proiettati alcuni documentari realizzati da realtà editoriali di professionisti: verranno proposti contributi video provenienti da Current. Nella diretta I video realizzati da Francesca Fornario e Simone Salis per L’Unità.

Rispondi