Tutela: tanto per chiarire

Scrivo queste poche righe sulla notizia che sta circolando in rete per chiarire e raccontare: è vero che ho ricevuto informale comunicazione sulla scelta da parte dell’UCIS di Roma di revocare il mio servizio di tutela ma non credo, non voglio, e vi chiedo di non strumentalizzare o amplificare la notizia per rispetto per me e per la mia famiglia che ha già pagato troppo. Ho un grande rispetto per le istituzioni e per le molte persone che con me (e come me) sono in questa nostra grande battaglia, per questo credo che incagliarsi su questo particolare sia irrispettoso nei confronti dei molti che in prima linea rischiano quotidianamente la propria incolumità: penso ai testimoni di giustizia, ai magistrati, ai cronisti al fronte e a tutti gli uomini di parola (che mi onoro di avere tra i miei amici) e che ho visto troppo spesso dover elemosinare protezione per sé e per le loro famiglie. Sono seguito professionalmente e umanamente dalle forze dell’ordine che mi garantiscono di poter svolgere il mio lavoro e che sono certo non smetteranno di essere presenti insieme a chi ha preso questa decisione con grande senso di equilibrio e soprattutto responsabilità.

Questo a caldo, almeno per chiarire.

23 Commenti

  1. Davide

    Se risultasse vero è un segnale GRAVISSIMO e purtroppo palesemente politico contro il tuo onesto lavoro in regione.
    Rispetto per i tuoi cari e per te, ma lo Stato non può, non deve, NON VUOLE lasciarti solo, dico questo perchè lo Stato siamo noi e questo è il nostro pensiero.
    Se lo Stato la pensasse ufficalmente in modo diverso, io NON mi sento rappresentato da questo stato con la s volutamente minuscola.
    Siamo con te Giulio

    Salute
    Davide

  2. Ciao Giulio,
    ho saputo ieri sera di questa notizia e spero che le voci informali si rivelino solo un "sondaggio" che porterà a capire che non ti possono lasciare solo. Ma al momento la scorta è ancora con te?
    Al momento, visto che si tratta solo di voci, non mi resta che aspettare buone notizie.
    Non mollare mai!

    Stefano

  3. Guglielmo Pispisa

    Ok, non strumentalizziamo. Spero davvero che la valutazione di chi decide sulla tua scorta sia fondata su valide ragioni e non motivata da ripicche meschine. Comunque se ripassi da Messina fammelo sapere e almeno vediamo di accompagnarti in giro: scorta armata… di buona volontà :)

  4. sabina

    Aprrezzo profondamente le tue parole e, per la stima che ho per te, per il tuo lavoro, per il tuo intelletto sagace e la parlata disarmante, cercherò, mio malgrado, di non contribuire alla strumentalizzazione della notizia. Anche se, e a volte un "anche se" ci sta proprio… io e molti altri veglieremo su di te, mantenendo alta l'attenzione sul tuo lavoro, su quanto ci circonda e sugli organi istituzionali, pronti a ruggire come leoni a cui tocchino i cuccioli.
    Un abbraccio.
    sabina

  5. Ci sarà pure una questione morale nell'IDV, ma certamente c'è una questione morale nelle coscenze di chi ti vuole togliere la protezione che meriti, d'altra parte più si è onesti è più si è mazziati.
    Non possiamo che sentirci vicini a te senza se e senza ma.

  6. Edoardo Tenani

    Certe storie non possono che richiedere che la notizia venga amplificata. Non perchè si voglia strumentalizzare l'accaduto, ma semplicemente perchè dopo averti conosciuto, dopo averti sentito recitare, non si può rimanere indifferenti, non si può rimanere in silenzio. Non voglio criticare nessuno, non voglio esprimere giudizi.

    Voglio solo dirti che ti sono vicino…

    Con moltissima stima
    Edoardo

  7. Giuseppe Cassata

    Caro Giulio,
    condivido pienamente il pensiero di Maurizio Cerioni che mi ha preceduto, e sono altrettanto certo di poter interpretare il pensiero dei tanti nuovi amici che ho incontrato all'interno del Popolo Viola Milano e degli altri movimenti che si battono sul territorio per assicurare il rispetto della legalità.

    Il Popolo Viola Milano sarà la tua scorta civica !
    Un grande abbraccio
    Pino

  8. Maurizio Cerioni

    Caro Giulio,
    massima vicinanza a te e alla tua famiglia !
    La pacatezza dei toni con il quale affronti il problema è l' ennesima prova della tua onestà intellettuale e del tuo modo d' affrontare la vita con la schiena dritta !
    Chiedi a tutti noi, rispetto per chi ha preso questa decisione, e ti fa onore, chi ti segue e ti vuole bene dovrebbe solo essere felice
    che tu possa tornare a "pascolare" liberamente, se la decisione suddetta fosse indice che la tua attività di denuncia, e come attore
    e come politico, del malaffare mafioso non rappresentasse più un pericolo per la tua incolumità e quella dei tuoi cari !
    Ma temo, anzi sono certo, che non è questo il caso, a parer mio c'è un partito molto Padano e molto potente, con un Ministro che alloggia al Viminale che ha deciso di farti pagare le Tue giuste e circostanziate denuncie !
    Sperano di tarparti le ali ed intimorirti al fine di renderti più cauto!

    QUANTO NON TI CONOSCONO!

    GIULIO, SIAMO TUTTI CON TE, DA OGGI CI SARA' UNA MURAGLIA UMANA A "SCORTARTI" !

    Maurizio

  9. Stefano Ungarelli

    La prima reazione è l'incredulità, la seconda è la rabbia!

    La gente si sta mobilitando, sento già chi propone scorte civiche nei tuoi confronti. Non è credibile che la richiesta di toglierti la tutela personale arrivi in uno dei momenti più caldi della tua attività politica, in particolare quando proponi misure forti come quelle contro personaggi del calibro di Pezzano.
    E' VERGOGNOSO.

    Giulio, siamo con te!
    Stefano

  10. Claudia

    Condivido il pensiero di Luca, condivido la stima, e mi domando come faccia un certo tipo di persone a dormire sereno la notte senza avere morti ammazzati sulla coscienza…
    Mi permetto di aggiungere un abbraccio con affetto!
    Claudia

Rispondi