Vai al contenuto

Affittopoli Pio Albergo Trivulzio – Cavalli (IdV): “Omertà rivenduta come privacy”

Affittopoli Pio Albergo Trivulzio Giulio Cavalli (IdV): “Omertà rivenduta come privacy”

“Lascia sconcertato il ‘catenaccio’ del Presidente del Pio Albergo Trivulzio Emilio Trabucchi sulle informazioni degli affittuari al Trivulzio. Cedere dati nell’interesse dei cittadini non è una concessione, ma un dovere preciso sancito dalla legge e dall’opportunità pubblica”. E’ il commento di Giulio Cavalli, consigliere regionale dell’Italia dei Valori e coordinatore Idv per la città di Milano.

“Quest’abitudine – continua Cavalli – di rinchiudersi nei palazzi, coperti dal silenzio di amici di lungo corso nel ‘mondo del mattone’, sperando di passare inosservati, è un malcostume che infesta la città di Milano. In qualità di consigliere regionale e di segretario cittadino di IdV, ho inoltrato una richiesta per avere i nomi, dal momento che l’elenco dei nominativi è irricevibile da parte della Commissione Regionale di Controllo sulle ASP; richiesta non interpretabile per assecondare le gelosie interessate del Presidente Trabucchi”.

“Evidentemente – conclude il consigliere regionale di IdV – il Pio Albergo Trivulzio rimane fedele a sé stesso e alle sue cattive abitudini. L’arroccamento sulle proprie posizioni di silenzio ha il sapore dell’omertà più che della privacy”.

Gruppo Italia dei Valori

Consiglio regionale della Lombardia

2 commenti su “Affittopoli Pio Albergo Trivulzio – Cavalli (IdV): “Omertà rivenduta come privacy””

  1. Possibile che amministrare onestamente beni pubblici, o di fondazioni sia così difficile?. Si continua ad aiutare l'amico o l'amico degli amici. Questa corruzione,. questo modo di fare minano dalle fondamente lo stato di diritto, E' di cattivo esempio a tutti soprattutto ai giovani che sentono di avere un futuro incerto. La deduzione logica è che solo entrando nel " giro" o facendo le veline si possono avere prospettive per il futuro. Ma allora Nicole Minetti è una eroina del nostro tempo!
    Maurizio Carucci Megri

  2. "fedele a sé stesso e alle sue cattive abitudini" cavoli ma veramente…. Avevo poco più di vent'anni e tutto partiva da lì, dal "mariuolo"…che il cerchio si chiuda finalmente? Mah…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.