MENTELECALE: ‘Milano l’è bela, ricordiamoglielo’. Il presidio in piazza Fontana

Milano l’è bela! Ci hanno tenuto a precisarlo i circa 600 partecipanti al presidio concerto che dalle 15 di oggi, sabato 19 marzo, hanno pacificamente invaso piazza Fontana.
La manifestazione – nata sotto la spinta delle numerose chiusure che hanno coinvolto noti locali notturni come La Casa 139, Scimmie, Cascina Monlué, e Plastic – è stata convocata «per rivendicare e difendere gli spazi dell’aggregazione giovanile, della promozione e produzione culturale, indipendente e auto-organizzata», come si legge nella nota degli organizzatori.

Hanno preso parte all’incontro alcuni membri degli Afterhours, gli attori Flavio OreglioAlessandro BergonzoniCochi Ponzoni che si sono alternati sul palco con l’obiettivo di svegliare una città che – come scritto su molti dei cartelli esposti – “non si riconosce più, ma comunque si ama”.

Al presidio erano presenti anche i gestori dei locali accusati di errori e violazioni alle normative vigenti in materia di norme sicurezza, antincendio e tesseramento Arci.

La manifestazione – a cui ha aderito un lungo elenco di artisti e volti noti del panorama musicale e artistico, da Paolo RossiVinicio Capossela, da Simone CristicchiGiulio Cavalli – ha inoltre stigmatizzato la tendenza ad associare divertimento e pericolo. Come si legge nell’invito al presidio: «svuotare le strade in nome di una sicurezza virtuale significa addormentare la città, inquinare la sua bellezza, farla morire».

Riccardo De Corato, vicesindaco e assessore alla sicurezza, non ha commentato il sit in. In passato aveva ascritto le chiusure dei locali in questione a un’operazione “contro gli abusi della movida selvaggia”, lasciando pochi spiragli ad eventuali aperture.

http://milano.mentelocale.it/30333-milano-l-e-bela-ricordiamoglielo-il-presidio-in-piazza-fontana/

Rispondi