Cavalli: “Pezzano va a casa nel desolante silenzio di molti”

Milano, 12 aprile 2011 – “Finalmente, dal Consiglio regionale esce un segnale politico chiaro su una nomina vergognosa. Al di là delle responsabilità, per troppo tempo la politica, col suo silenzio, ha tollerato amicizie intollerabili”. Così Giulio Cavalli, consigliere regionale dell’Italia dei Valori, commenta l’odierna approvazione, di misura, della mozione di revoca della nomina di Pietrogino Pezzano alla direzione generale della Asl Milano 1.

“Resta però ben impresso il desolante atteggiamento di quei consiglieri di maggioranza che, quando è stato il momento di discutere la mozione di revoca della nomina di Pezzano, sono fuggiti fuori dall’Aula. Mi chiedo – continua il consigliere regionale di IdV ­– se questa improvvisa fuga sia stata un maldestro tentativo di rinviare all’indomani la discussione della mozione o, peggio, dettata dalla volontà di non affrontare la questione: se così fosse si aggraverebbe in modo imperdonabile la responsabilità politica degli assenti”.

“L’Aula semi vuota – aggiunge Cavalli – rappresenta un colpo di spugna sul tanto rumore per nulla che ha accompagnato leggi sulla legalità che riempiono le pagine dei quotidiani ma lasciano vuote le poltrone al momento del voto”.

“Apprezzo – conclude Cavalli – il rinnovato e inaspettato senso di responsabilità e legalità che ha spinto l’Assessore Colucci a precipitarsi in Aula per garantire il numero legale minimo necessario a votare il provvedimento”.

 

5 Commenti

  1. Danilo Menga

    “Apprezzo – conclude Cavalli – il rinnovato e inaspettato senso di responsabilità e legalità che ha spinto l’Assessore Colucci a precipitarsi in Aula per garantire il numero legale minimo necessario a votare il provvedimento”.

    Gli vuoi proprio male a Colucci…!

Rispondi