ERSAF/ Cavalli: la fase di sperimentazione non può essere un alibi

Milano, 12/04/2011

COMUNICATO STAMPA

ERSAF/ Cavalli: la fase di sperimentazione non può essere l’alibi per aggirare il regolare iter amministrativo

In seguito alla decisione della Regione Lombardia  di sperimentare il trasferimento di alcune  attività specifiche proprie delle Sedi Territoriali (STER) all’ ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste), il consigliere IDV Giulio Cavalli dichiara: “dal momento che non e’ stato fornito al personale alcun documento che giustifichi la legittimità della sperimentazione, mi faccio carico delle istanze dei lavoratori e chiedo ufficialmente di visionare il provvedimento di approvazione della sperimentazione, richiesta che presenterò oggi stesso.”

“La valutazione negativa sulla mancanza di chiarezza circa le finalità e le modalità della suddetta sperimentazione – continua Cavalli – espressa dai lavoratori delle Sedi Territoriali,  e’ stata ignorata da una giunta colpevolmente disattenta nei confronti  della situazione dei propri  dipendenti e, invece, come spesso accade, molto attenta ad aiutare la propria cricca di amici”.

“Sono decisamente contrario all’esternalizzazione di servizi così delicati come la gestione delle dighe, della difesa del suolo, dei pronti interventi e dei post emergenza”.

“Infine – conclude Cavalli – la fase di sperimentazione non può essere l’alibi per aggirare il regolare iter amministrativo, che è disciplinato proprio a garanzia della trasparenza  del lavoro della pubblica amministrazione.

 

 

 

Rispondi