Incontro pubblico il 3 maggio con Giulio Cavalli e il Sindaco Nava

Magenta, senza legalità non c’è futuro

Magenta, 21 aprile 2011 – Lo hanno dimostrato i numeri di autorevoli studi e ricerche e le più recenti inchieste condotte dalla magistratura, che hanno portato anche ad arresti “eccellenti”. La presenza in Lombardia di organizzazioni mafiose è ormai una realtà con la quale fare i conti. Non si tratta di un’attività sotto gli occhi di tutti, ma di una pericolosa e sommersa capacità d’infiltrazione ai livelli più profondi del tessuto economico, imprenditoriale e politico anche qui al Nord.
Le mafie sono state in grado, nel corso degli anni, di garantire la propria presenza anche all’interno delle amministrazioni locali, condizionando importanti scelte per garantire i loro scopi malavitosi. Il territorio del magentino, purtroppo, non è immune da questo pericolo e, negli ultimi tempi, si sono registrati segnali molto preoccupanti.
Il Partito Democratico e Italia dei Valori di Magenta organizzano per il prossimo martedì 3 maggio una serata per riflettere insieme su questo tempo, con autorevoli ospiti.
«Un nuovo progetto di Città e di territorio – spiega Paolo Razzano, segretario del Partito Democratico di Magenta – non può prescindere da un valore fondamentale come la legalità. Senza legalità non c’è futuro. Per questa ragione, da tempo, stiamo portando avanti una “battaglia” decisa a Magenta in Consiglio comunale e tra la gente su questo tema, con l’aiuto di tanti cittadini. Questa serata avrà lo scopo di ragionare insieme su come rendere Magenta davvero una “città di legalità”, per rilanciare il lavoro, dare sicurezza agli imprenditori, garantire scelte trasparenti della Pubblica Amministrazione e collaborare con le Forze dell’Ordine per le attività di prevenzione e vigilanza».
L’appuntamento, dal titolo “Senza legalità non c’è futuro. La Padania non esiste, la mafia sì”, è per le ore 21 in Casa Giacobbe (via 4 Giugno 80, Magenta), con Giulio Cavalli, giovane attore e consigliere regionale che vive sotto scorta per le sue continue denuncie sulla presenza della mafia nel Nord Italia,Fabio Fimiani, giornalista di Radio Popolare che presenterà i dati relativi alla presenza di organizzazioni malavitose nel nostro territorio, Roberto Nava, sindaco di Vangazo, che si è impegnato in prima linea tra gli amministratori locali che hanno portato Pietrogino Pezzano, ex direttore Asl1, alle dimissioni, e Silvia Minardi, capogruppo consiliare Pd, che presenterà la proposta di Patto per la Legalità per Magenta.
«L’ IdV  – spiega Emanuela Di Loreto – non può che accogliere con estrema gratitudine la volontà del  PD di condividere l’impegno per la legalità. La legalità è un elemento formale, si concretizza infatti nel rispetto delle norme di legge, ma è fondamentale per avvicinarsi a quell’idea di giustizia sostanziale senza la quale non vi sarebbe né eguaglianza né democrazia. Ringrazio tutti gli invitati che interverranno alla serata. Grazie al Consigliere Regionale dell’IdV Giulio Cavalli, al Sindaco di Vanzago Roberto Nava e al giornalista Fabio Fimiani. Ciascun ospite ha lottato e lotta contro la mafia pagando un prezzo molto alto. Mi riferisco in particolare a Giulio Cavalli che vive sotto scorta. Ognuno di noi, però, è chiamato a fare la propria parte e noi a Magenta possiamo incominciare il  3 maggio».

http://pdmagenta.myblog.it/archive/2011/04/21/magenta-senza-legalita-non-c-e-futuro.html

Rispondi