Mozione per l’autonomia scolastica

La FAISAL (federazione delle scuole autonome lombarde) necessita di 5000 firme per protocollare presso Regione Lombardia la sua proposta di legge che lascerà alle scuole l’autonomia in scelte decisive come la stesura del calendario scolastico, la programmazione degli indirizzi di studio, il coordinamento del trasporto scolastico con gli enti locali e la costruzione dei piani territoriali. La Legge Bassanini del 1997, in realtà, ha teoricamente garantito l’autonomia scolastica, ma sino ad oggi le decisioni sono state prese a livello regionale attorno ai tavoli le scuole non siedono.

A sostegno della proposta di legge della FAISAL abbiamo proposto una mozione al fine di attivare Regione Lombardia per la predisposizione ed attuazione di strumenti idonei a garantire maggiore autonomia agli istituti scolastici.

MOZIONE

IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA

PREMESSO CHE

tra i numerosi ambiti in cui la Legge Bassanini, meglio conosciuta come legge sulla semplificazione amministrativa, ha inteso esplicare il proprio raggio d’azione v’è anche quello del sistema  scolastico italiano, che viene organizzato sulla base di una rete di istituzioni scolastiche dotate di autonomia funzionale estendendo anche all’organizzazione scolastica il regime delle autonomie funzionali già introdotto, per esempio, per le università;

PREMESSO INOLTRE CHE

la legge Bassanini che ha inteso riformare il suddetto settore permette infatti alle scuole di gestire autonomamente l’organizzazione del servizio trasporti con gli enti locali, il calendario scolastico, la programmazione degli indirizzi di studio e la costruzione dei piani territoriali;

CONSIDERATO  CHE

nonostante tale legge, sia in vigore dal 1997,  di fatto, in Lombardia, quanto disciplinato dalla stessa non ha ancora trovato attuazione in una apposita legge regionale;

CONSTATATO CHE

quanto sopra determina che le decisioni vengono prese a livello regionale senza la partecipazione degli interessati, o meglio, dei veri e principali attori ovvero le scuole;

CONSTATATO INOLTRE CHE

auspicabile e doveroso sarebbe che gli istituti possano avere finalmente una riconosciuta autonomia, decisionale ed organizzativa, in scelte importanti e rilevanti per far sì che l’anno scolastico possa svolgersi nel miglior modo possibile in tutti i propri ambiti;

IMPEGNA IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA DELLA REGIONE LOMBARDIA, ROBERTO FORMIGONI, LA GIUNTA REGIONALE LOMBARDA NONCHÈ IL CONSIGLIO REGIONALE LOMBARDO

ad attivarsi nella predisposizione ed attuazione di tutti quegli strumenti più idonei al fine di garantire una maggiore autonomia decisionale, funzionale e organizzativa agli istituti scolastici lombardi.

 

Milano, 24 maggio 2011

Giulio Cavalli (IDV)

Francesco Patitucci (IDV)

Gabriele Sola (IDV)

Stefano Zamponi (IDV)


Rispondi