Concita che se ne va

Sarebbe una decisione infelice. Perché Concita è stata il primo falò della rivoluzione gentile ma ferma e perché ha interpretato le piazze senza sporcarsi di qualunquismo o di tatticismi politici. In un mondo (quello della stampa, per di più ‘legata’ ad un partito) che annaspa nelle mediocrità la partenza della De Gregorio ha bisogno di spiegazioni. Chiare, possibilmente.

Rispondi