CAVALLI: IN COMA SENZA PERCHÉ, E FORMIGONI?

COMUNICATO STAMPA

Dichiarazione di Giulio Cavalliconsigliere regionale Sinistra Ecologia Libertà

“In una Regione, che vanta l’eccellenza nel settore sanitario, non è accettabile che una ragazza entri in ospedale per un’appendicectomia ed esca in stato vegetativo, senza che la famiglia riceva alcuna spiegazione sulle dinamiche dell’intervento.

Per questo ho depositato un’interrogazione, al fine di fare luce su una tragedia così assurda. E anche per comprendere le cause della colpevole superficialità che ha condotto l’ospedale a non occuparsi della garanzia assicurativa.

Perché oltre ad aver subito un danno incalcolabile, i familiari di Sara si trovano ora ad affrontare una snervante battaglia legale per ottenere un risarcimento che, a quanto pare, è in dubbio a causa della negligenza dell’Azienda Ospedaliera. La ricca, potente e cattolica sanità lombarda inciampa in una banale assicurazione?

In ogni caso, vogliamo sapere se Regione Lombardia abbia disposto un controllo ispettivo e soprattutto come mai, dopo quasi un anno e mezzo, non siano state chiarite ai diretti interessati le dinamiche della vicenda.  Stiamo parlando di una lesione di diritti fondamentali”.

Milano, 13 luglio 2011 

—————————————————————————-

Consiglio Regionale della Lombardia

Ufficio stampa Sinistra Ecologia Libertà

Manuela Della Nave

Un commento

Rispondi