Chi rappresenta Carmela Rozza?

Davvero. Mi piacerebbe saperlo. Perché dopo il tipico innamoramento estivo da villaggio turistico per Bottino Craxi adesso diventa la più puntuta critica della questione islamica. È l’anima leghista del PD (di cui è capogruppo, mica briciole) o semplicemente bisogna scontare per qualche mese la delusione della poltrona non ottenuta? Non per altro, ma se continua così rischia di farmi diventare simpatico perfino Stefano Zamponi(che mica per niente l’aveva calmata con una querela qualche mese fa).

Un commento

  1. Credo si sottovaluti ampiamente la portata dell’apertura del dialogo con gli islamici milanesi (dico apertura e non riapertura non a caso). Diventa difficile pensare che ad ogni cosa moderatamente di sinistra si debba rispondere con posizioni volutamente e a tutti i costi “di centro” nel senso peggiore e benpensante del termine. Il problema della libertà di culto non c’entra un fico secco per la semplice ragione che a Milano ci sono qualche centinaio di chiese, diversi locali di culto di altre religioni, e neppure una moschea degna di questo nome. Io, che non frequento normalmente i luoghi di culto, credo che la libertà la si difenda nei fatti lasciando libero ognuno di professare la propria fede. Tutto il resto sono chiacchere interessate e demagogia pelosa.

Rispondi