Poche idee ma confuse

Antonio Di Pietro sulla manovra. Nel giro di poche ore.
Prima: Si dissocia in parte l’Idv. “Finalmente il Governo – ha detto Antonio Di Pietro – ha mostrato le carte. Carte piene sia di ombre sia di luci. Vista la situazione disastrosa in cui versa il sistema economico-finanziario del nostro paese, l’Italia dei Valori ha il dovere di fare la sua parte, affrontando il provvedimento nel merito. Siamo consapevoli che non possiamo comportarci come l’asino di Buridano che, continuando a dire sempre no, alla fine è morto di fame”.
Dopo: Dopo una giornata di risse all’interno della maggioranza il governo ha partorito una manovra che per il 90% pesa sulle spalle dei cittadini e della povera gente, dei ceti medi e medio bassi. […] Quanto al fare cassa, a pagare sono i soliti noti e da questo punto di vista la manovra è di insopportabile iniquità.

Un commento

  1. Lorenzo Pozzati

    Probabilmente intendeva luci che illuminano le ombre. Sull'asino mi verrebbe da dire solo qualcosa di molto cattivo che però non voglio dire rifiutandomi di ritenerlo un asino.

Rispondi