Giulio Cavalli con Libera a Lecco

Da IL GIORNO

I giovani di Libera in città per un campo sulla malavita
Don Luigi Ciotti, Giulio Cavalli e Luciano Scalettari sono tra i grandi ospiti che parteciperanno all’iniziativa.

Lecco, 17 agosto 2011 – Libera fa tappa a Lecco. L’obiettivo è la lotta alla criminalità organizzata. Al Sud come Al Nord, dove gli affari della malavita stanno crescendo. Ad aprire l’iniziativa sarà proprio don Luigi Ciotti, fondatore e presidente di Libera, che il 24 agosto alle 20.45 parlerà alla «tenda della memoria» presso i giardinetti di Largo Montenero. A seguire, alle 21.30, si svolgerà un incontro pubblico dal titolo «Ombre nella nebbia. Mafie in Lombardia e anticorpi di legalità democratica».
 
Saranno presenti il presidente di Libera e i sindaci dei Comuni del territorio lecchese, dove ci sono beni confiscati alle mafie e assegnati a fini pubblici e sociali. Le amministrazioni comunali, la Provincia, la Prefettura, le associazioni, le imprese, i sindacati e tutti i cittadini che lo desiderano, si ritroveranno per discutere di legalità, diritto, informazione, appalti, beni sequestrati alla criminalità organizzata e restitutiti alla collettività. Nel corso della mattinata i ragazzi iscritti al campo si dedicheranno al lavoro manuale e di animazione negli immobili confiscati.
 
 
Saranno poco più di una decina i giovani che si adopereranno per la pulizia dell’ex pizzeria Il Giglio e dell’appartamento di via Adamello. Strutture che saranno poi gestite dal consorzio Consolida che si occuperà anche della loro ristrutturazione. Durante il pomeriggio, invece, si svolgeranno incontri di formazione per i partecipanti, aperti anche ai coordinamenti lombardi di Libera e ai membri delle organizzazioni aderenti al coordinamento lecchese. Si tratta di Acli, scout di Agesci e Cngei, Arci, Azione Cattolica, Caritas, le cooperative sociali L’Arcobaleno, Alma Faber, il Consorzio Consolida, Legambiente, Cgil, Cisl e Auser. In serata, invece, eventi pubblici organizzati nei vari comuni, dove si svolgerà il campo. Sabato 27, ad esempio, nel centro culturale Fatebenefratelli di Valmadrera si terrà lo spettacolo teatrale «Nomi, cognomi e infami».
 
A salire sul palco sarà l’attore Giulio Cavalli che, a causa del suo impegno, è costretto a muoversi con la scorta. Grande attesa anche per l’inaugurazione del parco giochi dedicato ai bambini vittime delle mafie nella frazione Brenno di Costa Masnaga. L’iniziativa si terrà il 3 settembre alle 17.A seguire la cena «La mafia bolle in pentola», organizzata con i prodotti di Libera Terra. A chiudere la serata sarà l’incontro «Traffic, Mafie Globali e connection legali». Al dibattito interverranno don Tonio Dall’Olio, responsabile di Libera International, Marco Valentini, prefetto di Lecco, e Umberto Bonacina, primo cittadino di Costa Masnaga. Da non perdere anche gli incontri con alcuni giornalisti che nel corso della loro carriera professionale si sono occupati della criminalità organizzata, realizzando numerose inchieste. Sarano presenti Lorenzo Frigerio, responsabile nazionale di Libera Informazione, e Luciano Scalettari, giornalista e inviato di Famiglia Cristiana.

Rispondi