Ecco la soluzione: far girare la patonza

“Vedi Gianpaolo – si legge nella trascrizione del quotidiano tratta dagli atti dell’inchiesta – ora al massimo dovremmo averne due a testa. Perché ora voglio che anche tu abbia le tue, se no io mi sento sempre in debito. Tu porta per te e io porto le mie. Poi ce le prestiamo. Insomma, la patonza deve girare”. Ci salverà l’economia della patonza.

2 Commenti

Rispondi