ESENZIONE TICKET: BASTA CODE PER I MALATI, SI PROROGHI L’AUTOCERTIFICAZIONE

Dichiarazione di Giulio Cavalli, consigliere regionale Sinistra Ecologia Libertà

“La modifica delle modalità per l’esenzione dal pagamento dei ticket decisa dal Ministero delle finanze sta continuando a generare lunghe ed estenuanti code agli sportelli delle Asl. E non è davvero accettabile che siano i cittadini, per la maggior parte malati e anziani, a dover scontare le complicazioni legate al nuovo sistema.

Dal 15 settembre, infatti, l’autocertificazione dei redditi non è più valida e occorre una lettera di attestazione inviata dalla Regione. Che però circa 60 mila dei lombardi aventi diritto non hanno ricevuto. Perché qui il limite di esenzione è di 38.500 euro contro i 36.151 nazionali e chi ricade in questa fascia non è stato conteggiato. Esattamente come chi non ha fatto la dichiarazione dei redditi, avendo soltanto il Cud.

Da qui i pesanti disagi che si sono interamente scaricati sui pazienti nonché sugli operatori Asl già sotto organico.

Per questo oggi in Aula, durante il dibattito sulla manovra nazionale, ci è parso opportuno e urgente aprire la discussione sulla vicenda attraverso un ordine del giorno con la richiesta di una moratoria fino al 31 dicembre.

Ne è scaturito un confronto costruttivo con la maggioranza. Al punto che, come gesto di responsabilità, abbiamo alla fine ritirato il documento con l’obiettivo comune di consentire la declinazione economica e tecnica di una soluzione concreta in tempi rapidi, che auspichiamo e crediamo possibile”.

Milano, 27 settembre 2011

Rispondi