Il pensiero condiviso della piazza?

Luca De Biase, condivisibile o meno ma sicuramente intelligentemente curioso:
Per arrivare a un pensiero condiviso, la riflessione deve essere empirica e metodologicamente corretta. Ma coraggiosa e orientata all’azione. L’impostazione è di lungo termine anche nel momento in cui è necessario – come ora – affrontare problemi urgenti. Bisogna dire che cosa si vuole ora, esprimendo con chiarezza una visione: perché ogni visione si realizza a partire da ciò che si fa ora; e tra le cose che si fanno ora, solo quelle che perseguono una visione hanno la possibilità di incidere davvero. Ihmo.

Rispondi