Democrazia e Europa

Mario Monti non era ancora stato designato premier che Sarkozy ha manifestato al presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano la disponibilità di venire a Roma per sostenerlo, magari assieme alla cancelliera Merkel, e convincere così le forze politiche italiane ancora riluttanti ad appoggiarlo. Lo scrive Stefano Montefiori per il Corriere della Sera. Capita solo a me di essere insofferente verso queste ingerenze e questo accanimento affettivo verso l’Italia?

Rispondi