Interrogazione sulla fusione delle scuole bresciane

NTERROGAZIONE CON RISPOSTA IN COMMISSIONE EX ART. 116 DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO REGIONALE

Al Signor Presidente del Consiglio regionale

Oggetto: fusione del Liceo Artistico “Maffeo Olivieri” con l’Istituto tecnico “N. Tartaglia” di Brescia

I SOTTOSCRITTI CONSIGLIERI REGIONALI

PREMESSO CHE

la giunta provinciale di Brescia ha espresso parere positivo sull’accorpamento del Liceo Artistico statale “Maffeo Olivieri” con l’Istituto tecnico “N.Tartaglia” di Brescia tramite la delibera n.425 del 4 novembre 2011;

PREMESSO INOLTRE CHE

il liceo Olivieri è l’unico liceo artistico statale autonomo della provincia di Brescia, ha una storia più che ventennale ed è caratterizzato da una forte e propositiva identità, riconosciutagli dalle istituzioni culturali cittadine e dal mondo dell’arte bresciano col quale interagisce con attività, mostre, concorsi, ecc.;

CONSIDERATO CHE

l’accorpamento sancirebbe la fine, de facto, di un’istituzione scolastica libera e creativa presente, invece, in quasi tutte le altre città lombarde; inoltre, renderebbe più difficoltosa la futura formazione di un grande polo scolastico artistico cittadino;

CONSIDERATO INOLTRE CHE

il liceo ha più di settecento studenti, non ha pertanto alcun bisogno di essere accorpato e la legge non lo impone ed, inoltre, è in forte crescita poiché nell’a.s. 2010/2011 ha incrementato le iscrizioni con otto classi prime;

ATTESO CHE

nel prossimo a.s. il liceo Olivieri attiverà quattro indirizzi, secondo la nuova riforma dei licei, che richiedono congrui mezzi, viva attenzione e professionalità fortemente motivata, per cui non sembra ragionevole unire percorsi e specificità diverse come l’istruzione liceale artistica e quella tecnica dell’istituto Tartaglia

RILEVATO INOLTRE CHE

la delibera della giunta provinciale è stata adottata nonostante siano state messe in atto numerose forme di opposizione alle annunziate intenzioni dell’Amministrazione provinciale, quali:

  • il parere negativo del Collegio docenti e del Consiglio d’Istituto nel maggio 2011;

  • la formazione di un Comitato per l’Autonomia che ha promosso un incontro pubblico, nel settembre 2011, presso l’Associazione Artisti Bresciani, dove rappresentanti di varie realtà culturali ed, in particolare, delle Accademie d’arte, si sono espresse in modo negativo riguardo alla perdita dell’autonomia del Liceo Olivieri;

  • la raccolta di 3000 firme di cittadini che si oppongono all’accorpamento e la presentazione delle stesse agli organi competenti;

ATTESO CHE

la delibera è stata presa nonostante il parere negativo del Consiglio scolastico provinciale,

ad onta di quanto richiamato nelle premesse della delibera stessa, laddove testualmente si legge: “rilevato che il piano deve essere formulato con l’attivo coinvolgimento degli enti locali di riferimento e con gli altri attori del territorio […].” Di tale parere, tuttavia, non si è tenuto alcun conto

INTERROGANO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE LOMBARDA, ROBERTO FORMIGONI, LA GIUNTA REGIONALE, NONCHE’ L’ASSESSORE REGIONALE ALL’ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO, GIANNI ROSSONI, PER CONOSCERE:

  1. se Regione Lombardia sia a conoscenza del previsto accorpamento del Liceo Artistico statale “Maffeo Olivieri” con l’Istituto tecnico “N.Tartaglia” di Brescia;

  2. se Regione Lombardia sia a conoscenza del parere negativo del Consiglio scolastico provinciale sul predetto accorpamento;

  3. se sì, quali motivazioni sottendono la scelta dell’accorpamento;

  4. se Regione Lombardia abbia intenzione di prendere provvedimenti al fine di sostenere il parere degli enti locali di riferimento e dei vari attori agenti sul territorio.

Milano, 30 novembre 2011

Rispondi