Fare quello che c’è da fare. Da innamorati.

“È vero, principe, che lei una volta ha detto che la ‘bellezza’ salverà il mondo? State a sentire, signori,” esclamò con voce stentorea, rivolgendosi a tutti, “il principe sostiene che il mondo sarà salvato dalla bellezza! E io sostengo che questi pensieri gioiosi gli vengono in testa perché è innamorato. Signori, il principe è innamorato […] Ma quale bellezza salverà il mondo?…”.
(Ippolìt; III, 5) Fëdor Michajlovič Dostoevskij

Ecco, se facessimo tutti quello che facciamo da innamorati del nostro lavoro, della nostra funzione o della nostra prossima questione avremmo fatto di più, avremmo fatto meglio e non avremmo ceduto alle lusinghe.

20120418-122702.jpg

Rispondi