Niente voto utile in SEL per favore

Leggo sul sito di SEL e trasalisco (o trasalgo, il problema non è letterario):

Un centrosinistra esplicitamente aperto al dialogo politico, finanche alla collaborazione su temi di comune interesse, con l’UDC, tanto per dare un nome alle perifrasi bersaniane, in una temperie storica che, in particolare sul tema cruciale del significato europeo, non vede un lineare sereno all’orizzonte. Ovvero l’inversione dell’approccio seguito nell’ultimo ventennio dalle correnti maggioritarie della sinistra italiana, D’alema per intenderci, che dall’accordo strategico col centro avevano fatto l’elemento centrale della loro linea su alleanze e programmi.

In questo percorso si esclude l’IDV, non per una preclusione sui temi programmatici, che quel partito ha condiviso con SEL, in quest’ultima fase del periplo dipietresco, ma per l’impossibilità di addensare una seria prospettiva di governo con chi, in tutta evidenza, non riesce ad abbandonare la tattica della guerriglia contro gli alleati, a mero scopo di visibilità. Così si sarebbero potuti leggere i giorni a cavallo di luglio e agosto, senza eccedere in forzature ottimistiche, solo per stare a fatti e dichiarazioni.

No. Il voto utile in salsa postveltroniana non ci ci interessa. Davvero. E non funziona. Fidatevi. E qualcuno alzi la voce per chiedere l’unità della sinistra con la parte (di sinistra) del pd, con fds, verdi e idv. C’è qualcuno? Sì, noi.

4 Commenti

  1. Egidio

    Non ne posso più di vedere primedonne che se la tirano e snobbano il voto utile a Bersani! La situazione deve cambiare! Guardate a destra quanti disperdono voti in partitini come Forza Nuova e Fiamma tricolore. Gli elettori di destra si turano il naso a oltranza senza tante storie. Basta vedere cos'è successo nel 2006 e nel 2008.

  2. Egidio

    Preferite Berlusconi? E non dite che è finito, lo dicevano anche nel 2006. E' per colpa di gente come voi che Berlusconi vince facilmente. Scendete dal piedistallo, smettete di fare gli schizzinosi, turatevi il naso e votate PD o SEL. Non sempre si può avere la luna. C'è l'emergenza di sconfiggere Berlusconi. Tanto se non vince la coalizione di Bersani vince Berlusconi. A questo punto, piuttosto di disperdere il voto a favore di Berlusconi è meglio il voto utile contro Berlusconi. Pragmatismo! Realismo! Facciamo come gli anglosassoni e turiamoci il naso col voto utile!

  3. Nel pezzo (come riporta anche Piovono Rane ) si condivide il disegno di «Un centrosinistra esplicitamente aperto al dialogo politico, finanche alla collaborazione sui temi di comune interesse con l’Udc» da cui però escludere «l’Idv, non per una preclusione sui temi programmatici, ma per l’impossibilità di addensare una seria prospettiva di governo con chi non riesce ad abbandonare la tattica della guerriglia contro gli alleati, a mero scopo di visibilità». In siffatto centrosinistra poi, «la partita è nelle nostre mani» perché «se il risultato di Vendola e soprattutto di Sel sarà positivo, al punto da raccogliere fino in fondo i voti della sinistra italiana (evoca dunque il voto utile ai danni di Ferrero&co, proprio chi l’aveva subito nel 2008 da Veltroni, ndr), il nostro paese potrà conoscere una stagione analoga a quella aperta in Francia dai socialisti e da Hollande». Insomma, ci si allea con Pd e Udc, poi se ci votate in tanti, spostiamo a sinistra l’asse. Illusioni.

  4. Mi addenso in tutta evidenza pure io con la sinistra di sinistra. Di questo passo la prospettiva di governo oltre a non essere seria (cosa ormai evidentissima) sarà inesistente.

    (E peramordiddddio, usate soggetto-verbo-predicato, perché qui si trasalisce e trasale anche per lo stile, non solo per i contenuti)

Rispondi