Moderati e rivoluzionari

Moderato è il termine con cui si indica nei tempi della musica l’allegro ma non troppo. Moderato vuol dire sotto tono. In latino “in medio stat virtus”. Moderato vuol dire sopravvivere. Il moderato aborrisce il fantastico. Il moderato non esce dalla consuetudine. Il moderato non è rivoluzionario, è contro la rivoluzione. A me non piace come termine perché è il contrario di impeto e coraggio. (Dario Fo)

Una risposta a “Moderati e rivoluzionari”

  1. questi "moderati", questi "tecnici", questi "civici" sono tutti strumenti di chi vuole una Lombardia ed un'Italia commissariate, nelle quali la politica- e quindi la democrazia- non funzionano più

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.