Ma se…

Se le elezioni regionali dovessero essere accorpate alle elezioni politiche e si andasse a votare verso la fine di marzo, non sarebbe il caso di spostare la data delle primarie del patto civico a cui il centrosinistra ha deciso di aderire, attualmente previste nei giorni immediatamente precedenti le festività natalizie (e subito dopo i due turni delle primarie nazionali), e celebrarle a metà gennaio, dando tempo e modo ai cittadini di informarsi e partecipare attivamente alla costruzione del programma del centrosinistra?

Con l’occasione, i partiti che fossero interessati a promuoverle, potrebbero anche indire le primarie per i parlamentari, richieste da più parti, che renderebbero ancora più alto il momento del confronto e della partecipazione.

Si può fare?

20121117-005141.jpg

Un commento

  1. Alessandro

    Sì, si può fare.

    Però non si *vuole*.

    E le prossime regionali -"qualunque cosa succeda" (cit.)- sono un'occasione "di platino" se i cittadini vogliono *davvero* ridimensionare i variopinti andreottismi multisimbolo (che non vogliono farlo)…

Rispondi