Un impegno: odontoiatria nel programma sanitario regionale in Lombardia

odontoiatria2Sono le cose semplici che si possono fare e si devono fare: inserire l’odontoiatria nel programma sanitario regionale significa bilanciare un campo dove solo il 5% è pubblico e soprattutto elaborare una una proposta che contenga questo settore che parta dalla prevenzione fino alla impiantologia sarebbe di grande importanza, considerando il fatto che i notevoli costi dei privati fanno sì che molti abbandonano l’idea di iniziare un percorso sanitario in questo settore.

Un impegno preciso. Un mio impegno.

6 Commenti

  1. Giordana

    Avendo avuto sin da piccola (ora ho 64 anni) problemi con la dentizione conosco il problema sia dei costi sia nel riuscire a trovare chi ti sappia curare in modo professionale. Oltretutto ormai è risaputo dell'importanza di avere una buona cura della bocca sin da piccoli e dell'importanza che ha per tutto il corpo e non meno importante anche il lato estetico che molte volte ne compromette il carattere per non avere un bel sorriso "naturale". Grazie per cercare di portare aventi questo grosso problema mai affrontato con la serietà necessaria.

  2. Odontoiatria nel servizio sanitario, Utopia, è mai andato al Niguarda dove comunque le prestazioni sono a pagamento?
    Servizio Scandaloso professionalità pessima. Durata massima sedute e nn per una semplice visita è di 10 minuti, quando sono di buon umore. Tutto è basato sulla quantità con risultati scandalosi e non sta parlando un paziente ma un osservatore esterno.
    Non bastano proposte sarebbe bello avere poche proposte ma seguite con serietà, tante proposte portano solo a poter rubare meglio senza nessun controllo

  3. Laura

    Odontoiatria nel servizio sanitario, Utopia, è mai andato al Niguarda dove comunque le prestazioni sono a pagamento?
    Servizio Scandaloso professionalità pessima. Durata massima sedute e nn per una semplice visita è di 10 minuti, quando sono di buon umore. Tutto è basato sulla quantità con risultati scandalosi e non sta parlando un paziente ma un osservatore esterno.
    Non bastano proposte sarebbe bello avere poche proposte ma seguite con serietà, tante proposte portano solo a poter rubare meglio senza nessun controllo.

  4. Loriana

    Ha ragione: le cose semplici. Sono piccoli grandi passi verso la gente comune. Ho cercato di ascoltarla per conoscerla. Andare tra la gente comune serve. Ma non solo in campagna elettorale. Conosco degli anziani che fanno fatica ad arrivare a fine mese, a mangiare, a comprarsi un pezzo di pane. Qua , nella grande ed industriale Milano. Nell'indifferenza totale di tutti. In questo periodo trovano nei mercati i vari politici che molto carinamente si fermano a parlare con loro e poi vengono abbandonati. Come loro tante ma tantissime realtà. Chi se ne frega dei bei giardini con i fiori, quando la sanità, la burocrazia gli uccide! Non bastano poche mani ad aiutarli. Non sono sufficienti, ve lo assicuro. A volte viene voglia di non guardare ma non mi piace passare indifferente.
    Con stima, Loriana

Rispondi