Le chiacchere stanno a zero

bersani-grillo-120521210519_bigOggi Patrick Fogli riflette e rilancia:

Le chiacchiere, come dicevo qualche giorno fa, stanno a zero anche e soprattutto per lui.
Se quello che conta sono le proposte (lo dice ogni due per tre) allora ci sono già negli otto punti, ne il PD nè il M5S hanno bisogno di Berlusconi. I voti ci sono.
Di più, sia il PD che il M5S hanno l’occasione di chiudere politicamente la stagione di SB in Italia. Basta una legge sul conflitto di interessi, per esempio. O sull’incandidabilità dei condannati in primo grado. Non una legge contra personam, ma una legge ad iustitiam.

E ancora di più: un Parlamento come questo ha la possibilità di votare secondo ragione quando – e capiterà – qualche Procura chiederà di agire nei confronti di Berlusconi & C. Archiviare definitivamente una stagione. Di fatto, anche se in maniera confusa, il voto lo chiede, lo urla.
Si può ascoltare la richiesta (qualcuno = tutti) o tapparsi le orecchie (qualcuno / tutti)

E’ troppo facile votare le proposte che ti piacciono e contemporaneamente poter urlare all’inciucio PD/PDL fino alla prossima campagna elettorale.
Tra l’altro, se ai montiani l’idea Bersani piacesse, a Grillo basterebbe uscire dall’aula al Senato. Cambiare le cose vuol dire anche prendersi la responsabilità di farlo.
Altrimenti (per usare il suo stesso linguaggio) è solo una paraculata e vale la pena dare credito all’idea di Emiliano. Il governo lo fa Grillo e gli altri decidono se votarlo.

20 Commenti

  1. Io ne conosco alcuni (Alessia, Giovanni, Mauro, Fulvio, Sergio, Michele…) che l’hanno votato sperando in una ventata di aria nuova. Ma adesso, se Grillo punta a portare il paese allo sfascio, non lo seguiranno. Magari non voteranno PD, magari non voteranno proprio, ma di Grillo iniziano ad avere davvero paura.

  2. considerando come i politici attuali hanno spolpato il paese,forse tutti i torti non ce li ha…ah,ps: non ha ancora detto bocceremo tutto a prescindere,ma (e lo fa ogni 5 minuti) ha ribadito che se gli altri proporranno punti in comune saranno votati tranquillamente,altrimenti significherebbe vendersi…gli altri lo fanno di cambiare idea appena eletti? si (alla faccia nostra),perchè lui ovrebbe uniformarsi?

  3. Sarah, ma tu credi davvero che ci siano eletyori di grillo che non siamo adepti? Stai facendo lo stesdo ertore di vlutazione fatta con gli elettori di berlusconi, tanti erano convinti che dopo il suo governo non l avrebbero più votato, invece lo hanno votato quasi fome rima. La stessa cosa per i grillini, ormai spno convini i fr parte di una lite profetica, QUALUNQUE COSA FACCIA GLI DARANNO RAFIONE. QUESTO È IL POPOLO ITALIANO. Refrattario alla democrazia sempre in cerca di chi lo blandisce.

  4. Per smorzare le polemiche, basterebbe un si fermo e deciso alle proposte del M5S. Dalla riforma elettorale fino alla legge sul conflitto di interesse passando dalla ineleggibilita’ dei pregiudicati e all’abolizione dei rimborsi elettorali ecc… Al momento non ci sono state dichiarazioni a riguardo. Forse manca la voglia o la forza o chissa’ cosa per farlo. Ma c’e’ ancora un po ( poco) di tempo. Vedremo.

  5. purtroppo temo che Grillo abbia sposato la tesi :” nessun accordo, paralizziamo il paese e alle prossime votazioni rimarremo solo noi”…peccato che nel frattempo saremo falliti come la Grecia …e poi, siamo sicuri che questi sappiano governare un paese???

  6. Concordo con Stefano. Oltretutto l’atteggiamento da principessina offesa di Grillo e dei nuovi parlamentari/senatori (che non esistono perché esiste solo il loro grande profeta) non fa che acuire il finto senso di responsabilità che sono riusciti a suscitare negli italiani. Non stiamo rischiando solo la paralisi, ma una vera e propria dittatura.

  7. Concordo con Stefano. Oltretutto l’atteggiamento da principessina offesa di Grillo e dei nuovi parlamentari/senatori (che non esistono perché esiste solo il loro grande profeta) non fa che acuire il finto senso di responsabilità che sono riusciti a suscitare negli italiani. Non stiamo rischiando solo la paralisi, ma una vera e propria dittatura.

  8. Giulio lo sappiamo bene, ma GRILLO VUOLE UMILIARE GLI ALTRI, non permetterá mai nessun esecutivo anche e per fare riform e GLI ITALIANI NELLA LORO PEGGIORE SCHIFOSA TRADIZIONE LO APPOGGERANNO, in barba a chi cerca il bene del paese. Questi sono gli italiani.

Rispondi