Una cagata pazzesca

Manifestare in piazza contro la povertà è come occupare il Parlamento per chiedere l’insediamento delle Commissioni. Perché la politica che manifesta contro se stessa è una masturbazione che offende l’intelligenza, prima di tutto. Una mozione e un disegno di legge sarebbero stati troppo banali, evidentemente.

11 Commenti

  1. mario lupi

    il M5S non ho ancora capito xchè non ha appoggiato gli 8 punti di Bersani non saranno il massimo ma era un buon inizio x fare riforme SERIE .no loro preferiscono farei “duri e puri” ma bisogna essere realisti piuttosto che niente è meglio piuttosto x me . ma ci pensate che occasione storica che si era creata ;riforme , messa all’angolo di B e ritornare pia piano un PAESE NORMALE vi sembra poco . ma la cosa vera è che succedeva questo Grillo e Casaleggio sarebbero tornati nell anonimato e x voi due personaggi cosi egocentrici avrebbero rinunciato è come chiedere aBerlusconi di tirarsi indietro

  2. Giuseppe Chechi

    Il M5S avrebbe potuto appoggiare il PD per la formazione di un governo che oggi, e già da tempo, avrebbe potuto governare. Non è il PD che ha bisogno di stampelle ma il M5S che per la prima volta è presente in parlamento. Non si lamentino quindi per il ritardo nel rendere operativo un governo (che avrebbero potuto far saltare in qualsiasi momento ) ma si rendano conto che la loro tattica sta spingendo il PD ad accordarsi con il PDL, mettendoli in una stretta minoranza incapace di poter sostenere nessuna delle loro proposte di legge. Ke intelligenza sopraffina !!!!

  3. Sì, avevo capito, Giulio :) Ma occupare l’aula è l’extrema ratio, quando non si ottengono risposte. E’ di oggi la notizia che il Presidente Grasso intende convocare i capigruppo, perché finalmente i due partiti, che finora non hanno risposto alla richiesta di designare i membri delle commissioni, lo facciano.

  4. Piero Carlucci

    Così giovane e già così cerchiobottista? Io credo che occupare il parlamento da parte di chi vorrebbe farlo funzionare contro chi alimenta la paralisi sia cosa sacrosanta; ben altra cosa dalla manifestazione contro la povertà che, essendo una condizione di inferiorità eoonomica, si può combattere ma non certo con una manifestazione bensì con atti concreti, l’esatto contrario di quel che il PD ha fatto negli ultimi 18 mesi dando fiducia al governo Monti

  5. Sarah

    Ma no!!! Non si può mettere la manifestazione e l’occupazione del Parlamento sullo stesso piano! Vogliamo dire che la manifestazione è ridicola, inutile, patetica, “una cagata pazzesca”?! Sottoscrivo. Ma occupare un Parlamento è il punto di non ritorno, è quanto di più fascista si possa fare. Se fosse stato il PdL a proporlo ora staremmo già parlando di usare l’esercito per difendere le istituzioni. Se lasciamo che i Grillini lo occupino, perché non lasciare che lo faccia pure la Lega, o Forza Nuova?!

  6. Costanza

    Credo che “contro la povertà” si debbano attuare politiche che possano se non sconfiggerla almeno attenuarla. Oggi a Pavia Stefano Rodotà ha parlato di reddito minimo garantito. Ha parlato del decreto di contrattazione d’impresa introdotto da Brunetta nel 2011. Un decreto che di fatto permette alle imprese di derogare alla legge, di “negoziare” all’ombra della legge, un decreto che andrebbe cancellato. Solo per fare due esempi di cosa si potrebbe cominciare a fare o perlomeno a proporre per alleviare disperazione e povertà. Credo invece che indire una manifestazione “contro la povertà” (13 aprile a Roma promossa dal Pd), serva a ben poco. Ma io non sono una giuslavorista.

  7. Scusa, ma mi pare siano due cose molto diverse.
    M5S e SEL stanno chiedendo da un po’ l’avvio dei lavori delle Commissioni e questo è un fatto concreto; la Presidente Boldrini ha invitato i partiti di designare i componenti, ma mi sembra che solo M5S, SEL e Lega abbiano risposto. Cos’altro dovrebbero fare? Non si tratta di politica che manifesta contro se stessa: è una parte della politica che evidenzia ancora una volta l’inerzia del sistema.

    Manifestare contro la povertà invece è come parlare del sesso degli angeli: una cosa inutile, quando si potrebbe già da subito rinunciare al finanziamento pubblico, alle missioni di guerra, alla TAV, riformare le pensioni d’oro e obbligare la Pubblica Amministrazione a saldare le aziende che avanzano crediti.

Rispondi