5 Risposte a “Così parla la condanna di Cosco e la memoria di Lea Garofalo”

  1. non so cosa pensare. Istintivamente direi di lasciare Lea tranquilla, ha già sofferto tanto. Sul resto, rimane solo da fare ognuno il suo dovere, anche se non è per nulla semplice.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.